you reporter

Sulla scia dell'auto pirata <br/> si indaga su una donna rumena

Santa Maria Maddalena

47960
OCCHIOBELLO - E’ stata una nottata, anzi, un’alba piuttosto movimentata e tutta da ricostruire quella in cui Happy Obode, nigeriano di 20 anni, è morto falciato mentre era in bici, da un mezzo che è poi fuggito.

I carabinieri della stazione di Occhiobello si stanno confrontando con la questura di Ferrara su un fatto avvenuto un’ora dopo le 5, quando sul ponte che da Occhiobello porta a Ferrara il ragazzo è morto. Alle sei, infatti, un’automobile esce fuoristrada intorno alla stazione di Ferrara. Il conducente, un italiano, e una straniera, hanno un alterco che costringe la polizia a intervenire. L’auto uscita fuoristrada a Ferrara non è quella implicata nell’incidente sul ponte, questo è chiaro agli investigatori.

Ma potrebbero esserci dei collegamenti tra lo scontro in cui è morto il giovane e questo episodio. Tuttavia non è solo su questa pista che i carabinieri si stanno muovendo per individuare il pirata che ha ucciso il nigeriano senza soccorrerlo. Il puzzle sta per essere composto dai carabinieri e porterebbe a una donna, una rumena.

Sul posto, infatti, sono stati trovati i resti della carrozzeria di un mezzo, che probabilmente in queste ore è al centro delle attività degli inquirenti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl