you reporter

Morte dell'operaio marocchino <br/>indagati i titolari dell'azienda

Santa Maria Maddalena

48699
OCCHIOBELLO - Sarà eseguita oggi alle 12 l’autopsia sul corpo di Chafik Jawad, il 28enne marocchino rismasto schiacciato da una pesante barra di ferro mentre era al lavoro alla Vs, ditta di verniciature di Santa Maria Maddalena. L’ha disposta il sostituto procuratore Andrea Girlando, che ovviamente ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. L’esame verrà fatto in forma garantita, per cui oltre alla sorella del deceduto, familiare più prossima a Chafik, l’avviso di garanzia è stato notificato anche ai responsabili dell’azienda, il cui titolare è Valter Marchesini.

Sale tragicamente, con la morte del marocchino, il dato sulle morti bianche a Rovigo. Secondo il dato Inail, da gennaio ad agosto del 2015 sono stati cinque i decessi sul posto di lavoro, in generale in crescita del 20% rispetto allo stesso periodo del 2014 in tutto il Veneto.

Sul caso interviente anche la segreteria provinciale della Cgil, con Fulvio Dal Zio che sottolinea: “Sono troppe le vittime sul lavoro e la provincia di Rovigo, nell’ultimo anno si è guadagnata un triste primato per il numero di incidenti mortali avvenuti. Le condizioni di lavoro precarie, la scarsa o insufficiente formazione e informazione sui rischi dei lavoratori, la difficoltà di controllo in un tessuto produttivo fatto di tante piccole e microimprese, creano una situazione che, in qualsiasi momento può portare ad incidenti gravi quando non mortali”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl