you reporter

Pfas, a Occhiobello i valori sono sotto il limite

Inquinamento dell'acqua

79962
Il sindaco di Occhiobello Daniele Chiarioni interviene in merito al dossier di Greenpeace sulla presenza di Pfas che sarebbero state rilevate nell’acqua del rubinetto di varie province del Veneto come Vicenza, Verona, Padova e Rovigo.



“Ci riferiamo ai dati delle analisi di Polesine Acque - afferma il primo cittadino - che dimostrano la potabilità delle nostre acque e valori ben al di sotto della soglia stabilita, tra l’altro i monitoraggi sono in corso da tempo”.



Il Comune ha interpellato il direttore di Polesine Acque, l’ingegner Roberto Segala che spiega i dati degli ultimi campionamenti dello scorso aprile: “Il ministero della Salute ha definito limiti di performance della somma delle concentrazioni Pfas pari a 500 nanogrammi, per quanto riguarda Occhiobello stiamo parlando di un valore attorno a 26, per cui ampiamente al di sotto della soglia dei requisiti di sicurezza”.



Il consiglio regionale del Veneto, in proposito, ha approvato l’istituzione di una commissione d’inchiesta per le acque inquinate del Veneto in relazione alla presenza di Pfas ([url"Leggi l'articolo"]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/Veneto/pfas-il-veneto-istituisce-una-commissione-d-inchiesta[/url]).



LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl