you reporter

Trovati otto quintali fra carpe e siluri stipati in un furgone

Guardia di Finanza

Prosegue l'operazione "Siluro" , messa in campo dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Rovigo per contrastare la pesca di frodo e la successiva commercializzazione di prodotti ittici privi delle garanzie sulla provenienza.



In questo caso una pattuglia della Tenenza della Guardia di Finanza di Occhiobello ha controllato un furgone con targa rumena - e guidato da un cittadino anch'egli rumeno - rinvenendo 8 quintali circa tra siluri e carpe conservati in scatole di polistirolo privi della documentazione di origine per la tracciabilità.



Con l'ausilio di un veterinario della Ulss di Rovigo venivano eseguiti accertamenti sanitari sul prodotto a seguito dei quali si procedeva al sequestro amministrativo dell'intero carico di pesce per omessa compilazione dei documenti del prodotto ai fini della tracciabilità.



Il prodotto sequestrato è stato poi affidato in giudiziale custodia al mercato ittico di Porto Viro in attesa della distruzione.



Il comune di Occhiobello provvederà ad irrogare le sanzioni amministrative nei confronti della ditta rumena proprietaria di carpe e siluri, quantificabile in una multa da 750 a 4mila 500 euro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Scuola chiuse sino al 9 marzo
CORONAVIRUS IN POLESINE

Scuole chiuse sino al 9 marzo

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl