you reporter

Attivata la quinta sezione in prima media, ascoltati i genitori

Santa Maria Maddalena-Occhiobello

76636

Il municipio di Occhiobello

Scongiurato il timore di classi numerose nella prima media di Santa Maria Maddalena, frazione di Occhiobello.



La mobilitazione di un gruppo di genitori e l’intermediazione dell’amministrazione comunale di Occhiobello hanno ottenuto dai vertici regionali e provinciali dell’istituzione scolastica l’attivazione di una quinta sezione e, quindi, numeri più contenuti.



Era del luglio scorso la protesta, approdata sul tavolo del sindaco Chiarioni, delle famiglie che temevano classi composte da trenta alunni e una ridistribuzione dei ragazzi tra Occhiobello e Santa Maria Maddalena che, di fatto, sono due realtà distinte.



Abbiamo ritenuto fondati i timori dei genitori perché, come loro, abbiamo un’idea di scuola che non sia la logica dei numeri – dice, per conto dell’amministrazione, l’assessore Davide Valentini - sembrava quasi impossibile ottenere una sezione e altri insegnanti, per questo dobbiamo ringraziare l’assessore Cristiano Corazzari, il direttore generale dell’ufficio scolastico regionale Daniela Beltrame e il dirigente provinciale Andrea Bergamo per avere dato seguito a una richiesta giusta”.



Oltre alla classe di Occhiobello, che sarà formata da 16 ragazzi, le quattro classi di prima media di Santa Maria Maddalena saranno quindi composte da 25 (prima B), 22 (prima C), 21 (prima D) e 21 (prima E) alunni. Numeri ben più calmierati rispetto alle previsioni di classi da trenta ragazzi, come era stato prospettato all’inizio dell’estate.



Il servizio sulla Voce del 12 settembre

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl