you reporter

ADRIA

Altri due sit-in al polo tecnico

Gli studenti protestano ancora, ma qualcosa si muove: i distributori verranno aumentati

Altri due sit-in al polo tecnico

Continua la protesta studentesca al polo tecnico di Adria. Solo questa settimana sono stati due i sit-in a cui hanno dato vita gli studenti: il primo mercoledì nella sede centrale di via Dante Alighieri, quindi il giorno dopo nella sede distaccata di via Aldo Moro.

Già la scorsa settimana gli studenti della succursale avevano mostrato solidarietà verso i compagni della sede centrale, sul piede di guerra contro il preside Armando Tivelli.

Il motivo scatenante della protesta sta nell’insufficiente copertura garantita dai soli due distributori automatici presenti nell’edificio, accentuata dall’assenza in quest’anno scolastico del paninaro che storicamente riforniva l’ex ragioneria. Da qui il disagio causato dalle prevedibili code di fronte alle macchinette, prese d’assalto nei minuti di ricreazione da professori e studenti.

Ma i sit-in di questi giorni, con la maggioranza degli studenti ad occupare corridoi e atrii dell’istituto, pare stiano portando a qualche passo avanti in questo senso.

Un alunno dell’istituto tecnico racconta che, in seguito alle rimostranze, il dirigente scolastico ha iniziato a muoversi, prima per lo spostamento di uno dei due distributori al primo piano (negato dalla ditta che li gestisce), e poi per l’aggiunta di un terzo in tempi brevi.

Sulla "Voce" di sabato 9 novembre l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl