you reporter

Lendinara

E’ già tempo di pensare al Natale

Il sindaco annuncia: “Confermati allestimenti, pista del ghiaccio e presepi. Fatto molto per cambiare la mentalità. Ma c’è ancora chi preferisce le vetrine sfitte...”.

E’ già tempo di pensare al Natale

Il sindaco Viaro ai microfoni di “La Vostra Voce onair”

La città si fa bella. E si prepara a celebrare, in grande stile, il Natale. Lo ha annunciato questa mattina il sindaco Luigi Viaro, dai microfoni di “La Vostra Voce onair”, trasmissione di Delta Radio condotta dal direttore della Voce di Rovigo Pier Francesco Bellini e da Paolo Degrandis, in diretta dalla nostra redazione di piazza Garibaldi.

Ospite del programma, Viaro ha sottolineato che “stiamo facendo bella la città: è un lavoro appena iniziato che dovrà continuare. Il nostro obiettivo, in primis, era quello di provocare la mentalità dei lendinaresi e dei commercianti. Non abbiamo elargito tanto fondi a pioggia, quanto puntato su interventi concreti, come gli affitti gratuiti per un anno, la riduzione della tassa sui plateatici e della Tari”.

Tante anche, ha precisato, le iniziative che animano il centro storico: per Natale, sarà confermata la pista di pattinaggio, così come la grande mostra dei presepi. “I lendinaresi hanno capito che è necessario non essere più spettatori: c’è voglia di partecipare, c’è un cambio di mentalità ed è davvero bello sentire parlare bene di Lendinara da chi viene da fuori”.

Unica pecca, “una certa gelosia che vedo tra i commercianti: alcuni pensano che sia meglio avere un negozio sfitto vicino alla propria vetrina, così nessuno ruba l’attenzione. Quando sento queste cose, li bacchetto”, dice il sindaco.

In ogni caso “si vede - dice il sindaco - l’interesse mostrato verso il nostro settore commerciale da parte delle realtà vicine. Certamente abbiamo pagato lo scotto di perdere la scuola superiore, essendo tra Rovigo e Badia, ma stiamo ragionando su una proposta delle opposizioni per portare in città una scuola di arti e mestieri, per avviare a questa possibilità qualche decina di studenti che altrimenti andrebbero persi”.

Quindi, il sindaco elenca tre nomi come esempi positivi: quello di Francesca Zeggio, “che ho la fortuna di avere un squadra e che sta facendo scuola per altri giovani impegnati nell’amministrazione”, quello di Loris Marcomin “che ha dato luce a via Varliero”, e infine quello di Sandra Ferrari, “ex assessore che poi non è stata rieletta e invece di sbattere la porta ha aiutato la città per il Mercante in fiera e sta curando gli allestimenti del Natale”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl