you reporter

IL CASO

Soldi ai sordomuti, è una truffa

La segnalazione diffusa sui social network

Soldi ai sordomuti, è una truffa

Una delle truffe più vecchie del mondo, che torna di moda anche a Rovigo nel 2019.

Negli ultimi giorni, infatti, diverse persone hanno notato una ragazza avvenente, chiedere soldi per un’associazione di sordomuti.

In tanti hanno diffuso l’allarme sui social network, per mettere in guardia così altri cittadini. Un lettore, ad esempio, segnala: “C’è una bella ragazza in zona Fattoria/McDonald’s che fa finta di essere sordomuta e chiede cash per la sua finta associazione. State attenti a non dare soldi, qualsiasi donazione di qualsiasi entità deve essere certificata da una ricevuta (bancaria o postale) con i dati dell’associazione e del contribuente” così il ragazzo invita i rodigini a prestare la massima attenzione e a non cadere nel tranello.

La finta sordomuta è stata notata sia mercoledì mattina, che nel pomeriggio di martedì, sempre in località Borsea, vicino al centro commerciale.

Non sono state fatte denunce, ma, in questo caso, al primo dubbio, il consiglio è sempre quello di rivolgersi alle autorità competenti.

Sulla "Voce" di giovedì 28 novembre l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl