you reporter

Rugby Top 12

Coppa Italia, la finale a Rovigo o a Padova?

Le due società preferirebbero giocare il match in uno dei due loro stadi. Il neutro potrebbe essere lontano. Roversi: “Attendiamo l’ok della Fir”.

Coppa Italia, la finale a Rovigo o a Padova?

Si sta discutendo in questi giorni del luogo in cui giocare la finale di Coppa Italia, che vedrà sfidarsi le due rivali di sempre, ovvero la Rugby Rovigo e il Petrarca Padova, probabilmente in uno dei due stadi veneti. La data è stata fissata per il 18 gennaio, ma la località è ancora da definire.

Il regolamento della Fir, infatti, prevede che la partita secca di finale si debba giocare in un campo neutro, quindi estraneo alle due finaliste. Ma pare che, se le due squadre si accordino, si possa anche scegliere una delle due loro strutture.

Proprio per questo, la Rugby Rovigo e il Petrarca si sono dette d’accordo ad accettare il rischio di giocare in casa una dell’altra, ma con la garanzia che in entrambi i casi tutto il pubblico che desidera e le due tifoserie siano presenti allo stadio.

E’ certo, infatti, che giocare al Battaglini o al Plebiscito porterebbe molta gente in più allo stadio, essendo due squadre molto vicine geograficamente, piuttosto che giocare la finale di Coppa Italia a Parma piuttosto che a Calvisano o Viadana.

Insomma, questa soluzione aggrada le due società sportive venete, ma la parola ora spetta alla Fir, Federazione italiana rugby, che dovrà dare la risposta definitiva su questa possibilità.

“Al momento abbiamo parlato solo verbalmente con la Fir e stiamo aspettando che loro ci comunichino questa eventuale possibilità - spiega Roberto Roversi, direttore sportivo della Rugby Rovigo - Ovvio che, nell’eventualità, noi squadre ci metteremmo d'accordo, ci piacerebbe giocare vicino casa, che sia al Battaglini o a Padova, così per lo stesso Petrarca. Daremmo modo a tutto il pubblico delle due squadre di seguirci. Se la Fir ci darà l’ok inizieremo ad accordarci”.

Al momento, però, bisogna attendere la risposta ufficiale. E la squadra deve comunque continuare ad allenarsi a pieno ritmo, visto che già questo sabato incontrerà in trasferta i Medicei, a Firenze, per il match di campionato.

E dopo lo scivolone di sabato scorso, non c’è dubbio che i Bersaglieri abbiano bisogno di una bella vittoria per rinfrancare lo spirito oltre che la forma fisica.

Il match però si preannuncia pericoloso: tanti gli ex in campo che non vedono l’ora di poter far vedere il loro valore proprio contro il Rovigo. E’ necessario quindi giocare fino all'ultimo minuto, con grinta e costanza.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl