you reporter

Calcio Serie D

Compleanno amaro: Adriese ko in casa

I granata perdono di misura al Bettinazzi contro il Mestre.

Un compleanno festeggiato nel peggiore dei modi per l'Adriese. Nel giorno delle 114 candeline, i granata vengono sconfitti tra le mura amiche con il risultato di 0-1 per mano della compagine del Mestre, che aggancia i polesani in classifica a quota 34.

Un sabato da dimenticare per i padroni di casa che sono apparsi opachi, quasi mai pericolosi e con un gioco lontano parente della reazione avuta domenica scorsa in trasferta a Montebelluna. C’è da dire che la sfida valida per la seconda giornata di ritorno del girone C di Serie D non è stata certo eccelsa: poche occasioni da gol nell'arco dei 90’ e un calcio espresso non certo brillante dalle due sfidanti scese in campo allo stadio “Bettinazzi”.

Andando con la cronaca del match, al 3’ la prima occasione è di marca locale. Aliù batte una rimessa veloce, difesa ospite sorpresa, Beltrame si invola verso la porta calciando da posizione defilata e trovando la parata di un ottimo Rosteghin. Buono avvio dei granata che all’8’ tessono un’ottima azione corale conclusa dalla gran botta da fuori di Lo Sicco, ma l’estremo difensore avversario è attento e respinge la sfera con un tuffo sulla sua destra. 15’ dura l'Adriese, che piano piano inizia a spegnersi tanto che per vedere il successivo pericolo dobbiamo arrivare al 28’, quando Florian prova la conclusione dai 25 metri ben bloccata da Rosteghin. Primo squillo arancionero un minuto più tardi. Ottimo giro palla e cambio gioco, il cross al centro trova l'inzuccata di Rivi che però non inquadra lo specchio della porta.

Al 37’ Fabiano, autentica mina vagante e giocatore a tutto campo, semina scompiglio in area granata. E’ il numero 10 ospite che da posizione defilata prima salta Zukic e poi crossa forte al centro, si accende un batti e ribatti molto pericoloso ma i padroni di casa si salvano sventando la minaccia. L’ultima emozione della prima frazione è sui piedi di Florian che tenta il jolly dai 30 metri, ma il pallone sorvola il montante.

La ripresa si apre con l’occasione più nitida, l'unica vera e propria, per l’Adriese. Beltrame prende palla poco dopo la metà campo, salta il suo diretto marcatore con un bel numero e si invola fino ad arrivare al limite: il tiro del numero 11 granata sbatte sul palo interno e dopo aver danzato sulla linea di porta viene bloccato dal portiere avversario. E' il momento “sliding doors” della sfida perché al 12' il Mestre trova la rete che risulterà poi decisiva al triplice fischio. Tutto nasce da un angolo battuto da Fabiano, passaggio vicino al vertice dell'area per Poletto che la mette al centro dove Rivi colpisce in maniera vincente non lasciando scampo a Cabras. Al 19' i padroni di casa accennano la reazione con il cross di Zukic che trova il colpo di testa di Beltrame, anche in questo caso Rosteghin blocca. 

Da questo momento la partita si spegne e per i granata piove sul bagnato quando al 34’ Florian rimedia il secondo giallo in un minuto e viene mandato sotto la doccia anzitempo. La sfida si trascina fino al triplice fischio senza ulteriori sussulti e per l’Adriese arriva una sconfitta casalinga, la prima di questo nuovo anno.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl