you reporter

Calcio Serie D

Trasferta amara per l'Adriese

I granata cadono anche a Este

Trasferta amara per l'Adriese

E’ buio pesto per l'Adriese. I granata, infatti, vanno incontro alla seconda sconfitta consecutiva, cadendo con il risultato di 0-2 tra le mura amiche della compagine dell'Este. Dopo il gol preso poco dopo il calcio d’inizio la compagine etrusca vede gli avversari rimanere in 10 avendo così la possibilità di giocare un’ora in superiorità numerica. Ma questo non basta, anzi, nella ripresa gli athestini raddoppiano e mandano i titoli di coda della sfida.

Andando con la cronaca del match, al 3’ arriva la prima vera emozione. Neto Pereira mette in mezzo per lo stesso Segalina, che di destro sfiora il palo. È il preludio del gol, che arriva al 7’: splendido filtrante del brasiliano per lo stesso Segalina, il cui diagonale non lascia scampo a Cabras. La reazione dei granata, allo svantaggio subito, non è certo veemente.

A parte una serie di sterili calci d’angolo, si segnalano i tiri di Lauria al 16’ e soprattutto Lo Sicco al 17’ che, su punizione, impegna severamente l’attento Vencato. Al contrario, quando verticalizza l’Este sembra sempre in grado di far male. Al 30’, però, ecco l’episodio che può far girare l’inerzia della sfida: l’arbitro punisce con il rosso diretto un fallo di Pozza sulla trequarti e i padroni di casa rimangono in inferiorità numerica.

L’Adriese ci prova ancora un paio di volte con Lo Sicco, ma senza rendersi davvero pericolosa. Al 39’ potenziale chance per il pari: discesa di Beltrame sulla destra e cross basso al centro per Lauria, che controlla, evita un avversario e batte a rete ma Vencato è ben posizionato e neutralizza la sfera.

Il copione della gara è evidentemente cambiato: i polesani tengono le redini del gioco, i giallorossi si difendono e si affidano alle ripartenze veloci. Eppure nel secondo tempo, se si esclude un’insidiosa conclusione di Lauria al 3’, sono i padroni di casa ad avere le opportunità più nitide. Al 10’ Tardivo cerca di farsi perdonare un paio di ottimi suggerimenti sprecati in precedenza colpendo di prima intenzione sul traversone basso di Forte, Cabras è reattivo e si distende in angolo.

Al 22’ l’incornata di Segalina termina invece ampiamente alta. Per l’Adriese non ci sono sbocchi in attacco e i locali amministrano con ordine senza concedere nulla. Alla mezz’ora i giallorossi chiudono i conti. Punizione dalla trequarti di Chajari, sponda aerea di Munaretto e il solito Segalina è lesto a insaccare da pochi passi. Trascorre una manciata di minuti e potrebbe esserci addirittura il tris, al 36’, con il diagonale di Fracaro che manca la porta per questione di centimetri.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl