you reporter

Camera di commercio

Le imprese sono sempre più rosa

Il 29% delle cariche nelle imprese in provincia è ricoperto da donne, il 37% nel ruolo di socio. In occasione della Festa della donna emerge che aumentano le manager.

Le imprese sono sempre più rosa

Negli ultimi dieci anni, le donne manager sono cresciute del 28,1% nella provincia di Rovigo, mentre il numero degli uomini nello stesso ruolo è diminuito drasticamente. Una crescita notevole, ma su cui fare ancora tanto e che vede le donne ricoprire per il 37% il ruolo di socio e per il 29% una carica dirigenziale nelle imprese attive sul territorio. Attualmente le donne rappresentano il 26% degli amministratori delle imprese polesane.

Secondo i dati elaborati dalla Camera di commercio di Venezia Rovigo, al 31 dicembre 2019 le imprese femminili attive nei territori di Venezia e Rovigo sono 19.558, il 10,4% di esse è gestito da donne giovani (al di sotto dei 35 anni) e il 13% da straniere. In totale le aziende rosa occupano 58.494 addetti e rappresentano il 21,3% del sistema imprenditoriale locale.

“L’aumento della presenza di donne nei ruoli dirigenziali delle nostre imprese è certamente un dato positivo, ma non ancora sufficiente - commenta Giuseppe Fedalto, presidente Camera di commercio di Venezia Rovigo - Bisogna fare di più per fa sì che si raggiunga un livello maggiore delle professionalità femminili all’interno dei team aziendali. In entrambi i nostri territori registriamo complessivamente una crescita stabile delle imprese femminili, nonostante la contrazioni di alcuni settori come il commercio e l’agricoltura. Positivo, invece, il dato sui settore dei servizi, dove le donne imprenditrici sono nettamente in maggioranza”.

Le imprese femminili attive nella provincia di Rovigo sono 5.826 e rappresentano il 24,2% delle imprese totali, incidenza più alta rispetto alla media regionale e nazionale. I settori dove si registrano più attività sono quelli dell’agricoltura con il 31%, il commercio con il 21 e gli altri servizi con l’11%. Commercio, servizi di alloggio e ristorazione e agricoltura e sono i settori dove si registrano le contrazioni più rilevanti in termini assoluti.

Crescono invece le imprese femminili in quasi tutti gli altri settori del terziario, in particolare quelle che svolgono attività professionali, scientifiche e tecniche, con 13 imprese in più (pari ad un +11,8%) .

Il settore con il tasso più alto di presenza femminile rispetto al totale delle imprese del settore, è quello degli Altri servizi, dove l’incidenza raggiunge il 61,9%. In questo settore si concentrano in particolare i servizi per la persona come parrucchiere, estetiste o lavanderie. Seguono i settori delle attività dei servizi di alloggio e di ristorazione con un tasso di presenza femminile del 39,6% e il settore della Sanità e assistenza sociale (34,7%).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl