you reporter

CORONAVIRUS IN ITALIA

Scuole e coronavirus, ipotesi tutti promossi

Ecco alcune delle ipotesi alle quali sta lavorando il Ministro

Niente da fare. Il ministro: la scuola non riaprirà il 3 aprile

Il ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina

Tornare in classe a maggio, sempre che il Covid-19 lo permetta, per poi riprendere la didattica e concludere l'anno con gli esami di terza media e di maturità. Oppure dover aspettare ancora e aver bisogno di un piano B che consenta ai ragazzi dell'ultimo anno di svolgere l'esame di Stato. Queste alcune delle ipotesi alle quali la ministra dell'istruzione sta lavorando.

Quanto alle ammissioni, la ministra Azzolina, che si è sempre detta contraria al 6 politico, ieri, nell'incontro con i sindacati, ha accennato alla necessità di "recuperare un po' di tempo di scuola". Una delle ipotesi al vaglio è che ci sia la promozione per tutti senza debiti con un periodo di recupero e verifiche prima dell'inizio del nuovo anno scolastico. Si tratta, ed è doveroso specificarlo, al momento, solo di ipotesi visto che a determinare il futuro dell'anno scolastico e il ritorno (o meno) in classe sarà l'andamento della situazione coronavirus a livello nazionale.

Per quanto riguarda l'esame di Stato, è probabile che il ministero tari le prove a secondo se a scuola si riuscirà a tornare i primi di maggio o se non si riapriranno più fino alla fine dell'anno. 

Intanto, le scuole resteranno sicuramente chiuse fino al 13 aprile. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl