you reporter

Porto Viro

“Riaprire alle prestazioni sanitarie”

Valeria Mantovan attacca le decisioni del presidente del consiglio Giuseppe Conte. L’assessore: “Fondamentali quelle non obbligatorie. Tutti gli esami differiti a data da destinarsi”.

“Riaprire alle prestazioni sanitarie”

L'assessore Valeria Mantovan

L’assessore Valeria Mantovan all’attacco dopo la conferenza stampa del presidente del consiglio Giuseppe Conte e chiede di riaprire tutte le prestazioni sanitarie non obbligatorie.

“Incredibile come sia servita una task force di esperti, oltretutto strapagata, per ribadire di fatto che la Fase 1 proseguiva, ma con la gentile concessione di poter andare a trovare i parenti e con in omaggio una nuova autocertificazione. Non nascondo tutta la mia perplessità dopo l’ennesima conferenza stampa di Conte, ormai imperdibile appuntamento della domenica sera, alla quale hanno fatto seguito solo confusione e rabbia”, afferma l’assessore.

Secondo lei è evidente che il governo non voglia prendersi delle responsabilità in tema di riaperture e dice che, in questo senso, è stato esemplare l’operato del governatore del Veneto Luca Zaia. “Il presidente Zaia ha posto le limitazioni prima di chiunque altro quando il governo diceva che non era necessario poiché la situazione era sotto controllo e ora ha capito che queste restrizioni vanno gradualmente tolte da subito, pena la morte di molte partite Iva - continua - Credo poi sia fondamentale riaprire alle prestazioni sanitarie non obbligatorie. Oggi tutti gli esami compreso quelli di diagnostica sono stati differiti a data da destinarsi, cosa non più accettabile. Per questo ritengo doveroso spingere per consentire lo svolgimento delle prestazioni sanitarie ordinarie e non emergenziali da subito, ma anche tutti quei settori commerciali che possono garantire il rispetto delle normative igienico sanitarie”.

Valeria Mantovan si riferisce ad esempio non solo a parrucchieri ed estetiste, che possono gestire in rapporto uno a uno i propri clienti. “Non possiamo creare nuovi sussidiati, ma dobbiamo preservare i posti di lavoro già messi a dura prova da prima della crisi epidemiologica” conclude.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl