you reporter

BADIA POLESINE

Un flash mob contro le chiusure

Parrucchieri ed estetisti si sono riuniti “virtualmente” per chiedere di riaprire il prima possibile. La protesta si è conclusa con la consegna al sindaco di due chiavi simboliche.

Un flash mob contro le chiusure

La consegna simbolica delle chiavi

Un flash mob per protestare contro un nuovo mese di chiusura forzata. Visto che le disposizioni attualmente in vigore proibiscono gli assembramenti di persone, parrucchieri ed estetisti badiesi hanno deciso di riunirsi “virtualmente” per chiedere di riaprire il prima possibile le proprie attività, che fanno parte di categorie non considerate dall’ultimo decreto del 26 aprile. È così che oltre una ventina di saloni di acconciature e centri estetici hanno messo in piedi un flash mob, andato in onda martedì sera con l’accensione delle luci dei propri negozi, chiusi oramai da diverse settimane.

L’iniziativa di protesta si è poi conclusa ieri mattina, con la consegna al sindaco Giovanni Rossi, sotto la loggia comunale, di due chiavi simboliche: una delle attività di parrucchieri e una dei centri estetici. A consegnare le chiavi al primo cittadino sono state Cristina Bellodi ed Ilaria Guagnetti, portavoci delle due categorie la cui ripartenza è stata momentaneamente ipotizzata ad inizio giugno. Il sindaco Rossi si è unito alle due rappresentanti portando a sua volta le chiavi del Municipio, in segno di vicinanza. “Vorrei che le persone capissero quanto è difficile essere sindaco in questo momento - ha detto Rossi - ma nonostante il momento di difficoltà, mi fa piacere che la gente continui a rivolgersi al sindaco. Ogni giorno arriva un nuovo decreto che va analizzato per poter dare delle risposte”.

Ritenendo necessario un maggior confronto a livello parlamentare, Rossi ha poi continuato spiegando le difficoltà in cui si trova il Comune. “Abbiamo deciso di posticipare di un mese il pagamento della Tari - ha ripreso - ma ciò vuol dire che i soldi non ci sono arrivati, e i servizi dobbiamo pagarli ugualmente. E penso alle vostre categorie: già prima eravate tra le più attrezzate per lavorare in sicurezza, non capisco perché non possiate riprendere le attività”.

“Avevamo già da prima guanti e mascherine - ha aggiunto Ilaria Guagnetti - ed ora la riapertura slitterà al 3 giugno. Per le estetiste questa stagione rappresenta però il 60% dei ricavi”. All’iniziativa hanno aderito circa il 90% delle attività di parrucchieri ed estetisti badiesi: Il Bello di…, Salone uomo, Sentirsi Venere, Evelina salone del benessere, Manuel salon, Licia acconciature, Fast look, salone Roma, Pianeta style, Renato parrucchieri, salone Susy e Rosy, Ikioma parrucchieri, salone Alessia, Barbara studio acconciature, Denis e Fernanda, salone Sabrina, Red carpet, Valentina estetica, La perla nera, estetica La fenice, Dolce sole, estetica Roberta, estetica Viviana.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl