you reporter

Lendinara

“Lendinara Comune Plastic Free”

La volontà è un piano per arrivare progressivamente alla drastica riduzione dell’uso della plastica. La mozione è stata approvata a larga maggioranza. La delibera è articolata

“Lendinara Comune Plastic Free”

Approvata a larga maggioranza dal consiglio comunale di Lendinara la mozione “Lendinara Comune Plastic Free” dei consiglieri Denis Sambinello, Federico Amal, Loris Tietto, Davide Bernardinello e Gino Zatta. “L’impegno è elaborare un piano finalizzato a raggiungere per fasi progressive obiettivi di drastica riduzione dell’uso della plastica e più in generale di un consumo consapevole e di una gestione sostenibile dei rifiuti da parte della stessa amministrazione, delle associazioni, delle imprese e dei cittadini di Lendinara”. L’attenzione all’ambiente non manca in città, ma questa scelta porterà la città ad essere il primo comune “plastic free” della provincia di Rovigo. Questo programma dovrà avere i primi effetti iniziando da uffici ed enti pubblici direttamente collegati all’amministrazione comunale entro dicembre 2020, e dovrà svilupparsi per fasi progressive entro la fine della legislatura, aderendo all’iniziativa lanciata del Ministero dell’Ambiente “Plastic Free Challenge”.

La delibera è ben articolata in punti, che prevedono prima di tutto da parte dell’amministrazione l’adozione di una politica di acquisti pubblici verdi “che riduca l’acquisto di materiali plastici ove questi siano sostituibili da materiali prodotti con materie prime a minor impatto ambientale”, in particolare a partire dagli uffici comunali. Si potrà poi pensare di attivarsi per eliminare in tutti i locali gestiti direttamente dall’amministrazione l’uso di bottiglie di acqua in plastica, preferendo caraffe con l’acqua dell’acquedotto, altri materiali plastici sostituibili da altri prodotti non-monouso o in materiale biodegradabile. Non solo, si potrà agire “incentivando la graduale eliminazione dell’uso di piatti, bicchieri, cannucce e altri oggetti di plastica usa-e-getta nelle sagre e manifestazioni pubbliche che ricevono contributi o anche il solo patrocinio-autorizzazione del Comune di Lendinara, preferendo l’uso di materiali compostabili”. La mozione pensa anche all’esempio da dare ai più piccoli: “Adottare sistemi di gestione delle mense scolastiche che riducano l’uso di materie plastiche, privilegiando l’uso di stoviglie lavabili o con l’uso di materiale compostabile”, oltre a completare, nei plessi scolastici, l’installazione di erogatori di acqua al fine di ridurrel’utilizzo di bottiglie. I consiglieri individuano come fondamentale l’aspetto della comunicazione, sia rafforzando l’azione informativa verso i cittadini in materia di corretta gestione dei rifiuti plastici, sia sviluppando una campagna comunicativa pubblica per favorire tra i cittadini del comune comportamenti plastic-free sia in fase di acquisto che in quella di consumo. Azioni, sottolineano, da non fare comunque da soli, ma coinvolgendo le associazioni di volontariato presenti nel territorio e in accordo con i responsabili delle scuole e dei centri educativi pubblici e privati, per un’azione educativa rivolta al personale docente-educativo e non e agli studenti “per la crescita della cultura scientifica, la comprensione dei delicati equilibri dell’ecosistema e la necessità di adottare stili di vita sostenibili”. In linea con questo si dovranno organizzare giornate straordinarie di pulizia dei parchi, aree verdi e soprattutto di sponde dei fiumi, canali e fossati di scolo coinvolgendo associazioni e cittadini.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl