you reporter

Porto Viro

Scuola, il contributo del Comune

Si tratta di asilo nido e tempo prolungato, nonchè dell’uso delle palestre di elementari e medie

Scuola, il contributo del Comune

Nel corso del 2019 il Comune di Porto Viro ha erogato diversi importanti servizi a domanda individuale. Si tratta di: asilo nido, servizio esternalizzato compresa la riscossione delle rette; la scuola materna, comprensivo della mensa; il servizio scuola a tempo prolungato, comprensivo della mensa; il servizio inerente l’affitto o la concessione per l’utilizzo, a fini non istituzionali, di spazi degli edifici comunali; delle palestre delle scuole comunali (elementari e medie); degli impianti sportivi comunali.

L’articolo 243 del testo unico degli enti locali (Tuel) prevede solo per gli enti strutturalmente deficitari, il raggiungimento di una percentuale di copertura minima nella misura non inferiore al 36 per cento. Mentre gli altri enti locali non hanno limiti di percentuale di copertura.

Il Comune di Porto Viro non si trova nella situazione strutturalmente deficitaria. In particolare, il Tuel definisce le voci da inserire nel totale dei costi complessivi di gestione dei servizi pubblici a domanda individuale che devono comprendere gli oneri diretti ed indiretti di personale, le spese per l'acquisto di beni e servizi, le spese per trasferimento e per gli oneri di ammortamento degli impianti e delle attrezzature. Pertanto, il tasso di copertura dei servizi comunali a domanda individuale è calcolato a consuntivo in base a dei parametri: ecco il dettaglio. Per il servizio di scuola materna, spesa riferita allo specifico servizio e imputabile all’utenza: 100% delle relative tipologie di spesa impegnate in bilancio, con riguardo sia alla spesa riferita al gestore del servizio mensa sia alle altre spese di gestione (entrate 62mila 284,95 euro; spese 156mila 573, 86 euro. Copertura 39,78).

Per il servizio scuola a tempo prolungato, spesa imputabile allo specifico servizio erogato e imputabile all’utenza: 100% della spesa riferita al gestore del servizio mensa, impegnata in bilancio, e 35% delle altre spese di gestione, impegnate in bilancio, rapportate alle maggiori ore di frequenza settimanali degli utenti dello specifico servizio (entrate 53mila 771,60 euro; spese 89mila 236 euro. Copertura 60,26).

Per il servizio dell’utilizzo degli edifici comunali a fini non istituzionali, spesa imputabile allo specifico servizio erogato e imputabile all’utenza: 10% delle spese di gestione impegnate in bilancio, quota riferita alla percentuale stimata di uso commerciale da parte dell’utenza (Spese 5mila 225 euro, spese 10mila 348,20 euro. Copertura 50,49). Per il servizio di utilizzo palestre scuole elementari medie a fini non istituzionali, spesa imputabile allo specifico servizio erogato e imputabile all’utenza: 10% delle spese di gestione impegnate in bilancio, quota riferita alla percentuale stimata di uso commerciale da parte dell’utenza (spese 7mila 774 euro, spese 106mila 955, 35 euro. Copertura. 7,27).

Per il servizio utilizzo impianti sportivi comunali, spesa riferita allo specifico servizio e imputabile all’utenza: 100% delle relative tipologie di spesa impegnate in bilancio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl