you reporter

La ripartenza

Occhiobello non rinuncia alle sue sagre

Il sindaco Coizzi: “Stiamo lavorando per fare, nel rispetto delle restrizioni, qualche serata di festa”. Appuntamenti il 22 luglio a Santa Maria e il 10 agosto con la Sagra di San Lorenzo.

Occhiobello non rinuncia alle sue sagre

A differenza di molti altri comuni della nostra provincia, ad Occhiobello e nella frazione di Santa Maria Maddalena, si sta lavorando attivamente per cercare di portare qualche spettacolo e qualche serata di festa affinchè i residenti possano trascorrere almeno alcuni momenti di meritato svago. Nemmeno il Coronavirus è riuscito a fermare l’anima organizzatrice dei volontari del comune rivierasco che stanno cercando di mettere in piedi qualcosa al fine di non rinunciare alle tradizionali sagre e fiere che normalmente animano le estati in riva al Po.

“Sia per Occhiobello che per Santa Maria Maddalena, stiamo lavorando per cercare di fare, sempre nel rispetto di tutte le restrizioni, almeno qualche serata di festa - racconta il sindaco Sondra Coizzi - Insieme alla Pro loco pensiamo di organizzare già per il prossimo 22 luglio, per la fiera di Santa Maria, almeno una serata. Oltre alla tradizionale cerimonia religiosa, stiamo pensando ad un concerto in piazza. Mantenendo le distanze previste e con tutti gli accorgimenti per evitare assembramenti e contatti tra le persone, qualcosa pensiamo di fare. Quello del concerto, ad esempio, sarà uno spettacolo dove la gente si dovrà prenotare prima, proprio per evitare di trovarci in piazza in un numero superiore a quello consentito - continua il primo cittadino - Così come stiamo anche valutando tempi e metodi per poter realizzare l’ormai tradizionale serata nella quale, organizzata dall’associazione Vogatori, vengono accese delle luminarie e lasciate correre assieme alla corrente nelle acque del Po. Per quanto riguarda invece la Sagra di San Lorenzo ad Occhiobello, prevista per il 10 agosto organizzata dall’associazione Amici Della Piazza e dall’Ente Palio - continua ancora Coizzi - Stiamo ancora valutando per trovare una modalità per poter fare qualcosa anche quest’anno. L’intenzione dell’amministrazione comunale è sicuramente quella di non rinunciare proprio a tutto, ma almeno riuscire ad organizzare qualche serata. Siamo convinti che, sempre nel massimo rispetto di quella che è la responsabilità igienico sanitaria che ci viene concessa, qualcosa si possa e si debba fare. Certo non sarà possibile riprendere interamente gli eventi che avrebbero dovuto svolgersi - conclude il sindaco - almeno fino a quando non saremo certi di essere completamente fuori pericolo, permettere assembramenti espone ad un rischio di contagio ancora troppo elevato”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl