you reporter

Ficarolo

“Un comune vicino alle attività”

Il sindaco: “Abbiamo cercato di aiutarle mettendo a disposizione un fondo per tutte”. Fabiano Pigaiani sulla ripartenza e i contributi alla popolazione durante l’emergenza.

“Un comune vicino alle attività”

Fabiano Pigaiani

Ficarolo è pronto alla ripartenza. Anche all’ombra del campanile pendente, sono tangibili i danni lasciati dal passaggio del Coronavirus che ha tenuto molte delle attività del paese ferme per circa tre mesi. Bar, ristoranti, negozi, parrucchiere e molte altre attività commerciali che per novanta giorni sono state costrette a tenere abbassata la saracinesca per l’emergenza da Covid 19. Per cercare di agevolare una già difficile ripartenza, il sindaco Fabiano Pigaiani e la sua amministrazione hanno cercato di mettere in campo tutto quello che era possibile, al fine permettere all’intero paese di ripartire nel migliore dei modi. “Purtroppo il periodo di lockdown è stato duro per tutti ma per molte delle attività del paese è stata sicuramente una vera tragedia - commenta senza troppi giri di parole il sindaco Pigaiani - Come amministrazione abbiamo cercato di aiutarle mettendo a disposizione un fondo per tutte le attività commerciali, industriali, artigianal e professionali del paese. Il contributo è stato di 400 euro per tutti più un importo equivalente al 50% della tassa annua che le attività pagano per i rifiuti. L’importo siamo riusciti a bonificarlo in tempi davvero stretti - continua il primo cittadino - nel giro di una settimana dalla valutazione delle domande, i soldi sono arrivati alle attività”.

Un provvedimento, forse l’unico dell’intera provincia, del quale il sindaco e l’amministrazione ficarolese vanno davvero orgogliosi. “Sempre per le attività commerciali, abbiamo dato la possibilità di variare ed estendere gli orari di lavoro a seconda delle singole esigenze – spiega ancora Pigaiani - Così come è stata agevolato il pagamento del plateatico fino alla fine dell’anno, mentre sono possibili ampliamenti gratuiti degli spazi a disposizione”. Anche per la popolazione, l’amministrazione comunale ha pensato ad alcune iniziative che possono contribuire ad un migliore superamento di questo periodo di restrizioni. “Abbiamo cercato di fare tutto quello che era nelle nostre possibilità - continua il primo cittadino - Oltre ad aver fatto tre giri di consegne, casa per casa, delle mascherine protettive, abbiamo acquistato anche delle mascherine per tutti i bambini del territorio, che sono state consegnate dalle nostre associazioni che non finirò mai di ringraziare. Pro loco, Avis, Aido, Aido, Protezione civile e Associazione nazionale carabinieri, si sono sempre prodigate per aiutare la cittadinanza in questo periodo di lotta al Covid”. “Abbiamo anche sempre cercato di mantenere, se pur con tutte le restrizioni e le attenzioni del caso, il nostro mercato settimanale – continua ancora il sindaco – Abbiamo anche spostato da giugno a settembre il pagamento della Tari, sia per le imprese che per i privati. Per i più giovani, stiamo organizzando i campi estivi e fino ad oggi abbiamo già raccolto una quarantina di adesioni, mentre nel parco di villa Giglioli e alla Scuola Materna abbiamo installato dei nuovi giochi in previsione della prossima riapertura delle attività scolastiche – conclude Pigaiani – così come, sempre per i nostri giovani, abbiamo montato porte e reti nuove nel campo da calcetto in fianco al parco di Villa Giglioli”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl