you reporter

Trecenta

L’animazione è pronta a partire

Coinvolgerà una cinquantina di bambini, contributo del Comune per abbattere i costi

L’animazione è pronta a partire

Il sindaco Antonio Laruccia

Trecenta sta rinascendo dopo la difficile situazione attraversata, come in tutta Italia, per l’emergenza da Covid 19.

“La ripresa va bene - spiega il sindaco Antonio Laruccia - le attività che erano state chiuse, ora sono riaperte, ovviamente nel pieno rispetto delle misure di sicurezza e prevenzione, come l’uso delle mascherine, il distanziamento sociale e tutto ciò che serve ad evitare il rischio dei contagi”.

Le attività commerciali, come i bar e i negozi, sono state rifornite di mascherine dal Comune (che ha distribuito i dispositivi di protezione individuale che erano stato forniti dalla Protezione civile regionale).

Il sindaco Laruccia è molto contento dei suoi cittadini. “Stiamo tornando alla normalità, i cittadini si sono comportati molto bene e per questo li ringrazio. La maggioranza delle persone ha avuto un comportamento esemplare”.

Nel periodo del lockdown è stata fondamentale l’attività degli operatori e volontari della Protezione civile, che si sono occupati, per esempio, di portare i farmaci a casa delle persone che avevano necessità di cura. Ma hanno anche portato la spesa a domicilio, aiutando chi si trovava in una situazione di difficoltà.

Il grande tema delle ultime settimane, peraltro, è stato quello dell’animazione estiva, a Trecenta come negli altri comuni del Polesine. Si è deciso, dopo la riunione di ieri sera mercoledì 10 giugno con i genitori per definire il programma dell’animazione, che questa si svolgerà dal 15 giugno all’8 agosto.

“Ci stiamo preparando per attivare i campi estivi, ovvero l’animazione - spiega ancora Antonio Laruccia - Coinvolgerà circa 50 bambini. L’attuale normativa, per l’emergenza Covid 19, impone che ci sia un animatore per ogni sette ragazzi almeno. Questo, insieme alle spese maggiori, imposte dalle nuove norme per l’emergenza e dall’acquisto dei dispositivi di protezione individuale, comporta un aumento dei costi. Perciò, il Comune darà un contributo sostanziale in modo da non gravare troppo sulle famiglie”. Il contributo del Comune si aggira sui 10mila euro. L’animazione sarà gestita dalla cooperativa Lilliput e si svolgerà nelle sedi delle associazioni Anteas, Pro Loco e Noi.

Non solo. Il comune sta predisponendo l’apertura di parchi giochi per i bambini. Strutture per le quali esiste comunque l’obbligo di sanificazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl