you reporter

La storia

“Ho battuto la crisi grazie al web”

Il titolare di “Gocce di miele” ha superato il lockdown grazie alle prenotazioni online. Marco Vanin: “Ordini anche dall’Irlanda, di un ragazzo ha regalato la colazione alla mamma”.

“Ho battuto la crisi grazie al web”

Lo staff di "Gocce di miele"

Ha saputo reagire alla crisi generata dal lockdown, riuscendo a migliorare e incrementare i profitti della sua attività, innovando (e rivoluzionando) il suo lavoro. Stiamo parlando di Marco Vanin, 49 anni, titolare, insieme alla sorella Barbara, del bar pasticceria “Gocce di miele”, che si trova in via San Bellino 10, a Rovigo. Un’attività di cui i fratelli Vanin sono titolari da 21 anni, ovvero dal 1999, come sviluppo del laboratorio per la produzione delle paste, che avevano avviato 5 anni prima. Il locale, che si trova nel quartiere San Bortolo a Rovigo, è noto e apprezzato per le colazioni, i pranzi, gli aperitivi e i rinfreschi.

“Abbiamo chiuso per scelta nostra il giorno prima che il governo decidesse la chiusura per il lockdown, a causa dell’emergenza sanitaria da Covid 19 - spiega Marco Vanin - quindi non abbiamo lavorato circa dai primi dieci giorni di marzo fino alla riapertura dei primi maggio, precisamente il 2, ma solo per l’asporto. Siamo passati da 32 posti a sedere e una decina in piedi ai soli 8 posti, due per ogni tavolo, al momento della riapertura. Al bancone, solo per bere il caffè”. Ora la pasticceria ha anche tavoli fuori, in tutto sono 18.

In effetti, la situazione era diventata all’improvviso decisamente critica: non si poteva lavorare a causa del lockdown. “A quel punto dovevo trovare qualcosa per poter ripartire. Ho cominciato a riflettere, mentre eravamo a casa, a qualcosa che mi permettesse di arrivare al cliente, sia al suo domicilio, sia mentre era al lavoro”.

Era necessario trovare una soluzione. “Ovviamente finchè il bar era chiuso il fatturato era a zero, da marzo a maggio. Ma dovevo ripartire in qualche modo. La scelta da fare era questa: o lavorare o licenziare tutti. Nel frattempo avevo messo i dipendenti in cassa integrazione (dieci dipendenti tra il bar pasticceria e il laboratorio, nda)”. Quindi, la decisione di rivolgersi ad un amico che si occupa di aiutare imprenditori e manager a far crescere il loro business con l’Inbound Marketing, ricevendo le indicazioni giuste.

“Ho chiesto aiuto per capire cosa potevo fare, come potevo arrivare ai miei clienti. E l’idea di utilizzare il mondo del web è diventata realtà”. Lo strumento è stato la piattaforma Facebook, arrivando al contatto con i clienti attraverso messenger, in modo da fornire il servizio richiesto.

“E’ stata un’idea vincente. A chi ha avuto modo di conoscerci e voleva un nostro servizio, è bastato entrare nella pagina Facebook della pasticceria e cliccare sul simbolo di messenger. Da lì, si apre il menù e si fa l’ordine scegliendo cosa si vuole avere”.

A quel punto, piano piano, “Gocce di miele” è entrato in contatto con il mondo intero. Le opzioni sono state subito due, a partire dal 2 maggio sino al 18 maggio (prima della riapertura completa): l’asporto (cioè il cliente viene nel locale a prendere il prodotto) o la consegna a domicilio (il cliente riceve la consegna a casa o al lavoro).

“Poco alla volta, siamo passati dallo zero di marzo e aprile, al boom di prenotazioni da maggio con la riapertura - spiega raggiante Marco Vanin - già solo con l’asporto e la consegna a domicilio, avevo fatturato metà dell’incasso normale. Sono ripartito alla grande. E ho anche acquisito nuovi clienti. In particolare, ho raggiunto un nuovo target di persone, i ragazzi dai 15 ai 30 anni, quelli che sono più abituati ad usare internet, che sono più digitali”.

Le cose sono andate così bene che, dopo l’ok alla riapertura post lockdown, è continuata anche l’attività di asporto o a domicilio su prenotazione online. In considerazione della stagione, essendo estate, viste le aperture totali e considerando che le persone escono di più da casa, la richiesta ora è più blanda, per quanto riguarda il servizio di asporto e di consegna a domicilio, mentre d’inverno probabilmente sarà maggiore la richiesta. “In occasione di ricorrenze, come compleanni o festività, la prenotazione online con consegna è la scelta di chi vuole fare un pensiero o un regalo, come la colazione o i pasticcini a domicilio”. Un servizio che ha avuto successo e ha consentito di avere richieste dai luoghi più disparati, come dalla Sardegna, da Milano, da Trento, persino dall’Irlanda.

“Un ragazzo che si trovava proprio in Irlanda, in occasione della festa della mamma, a maggio, ha voluto farle una sorpresa, dato che la madre abita a Rovigo, regalandole la colazione: l’ha ordinata online da noi, che l’abbiamo portata a casa della signora, con sua grande felicità”.

E’ un nuovo modo di lavorare, necessario e rivoluzionario. “La mattina apro il mio tablet, c’è la schermata degli ordini, che controllo e programmo. Quindi, operiamo la consegna con il nostro furgone - aggiunge Marco Vanin - è il futuro. Ci stiamo tutti abituando ad utilizzare questo strumento, il mondo del web, per ottenere i servizi. Si può fare semplicemente con il telefonino”.

Non solo: “Invece di fare la fila nel bar pasticceria, se hai ordinato via web, hai una corsia preferenziale e prendi il prodotto che hai ordinato. E se hai prenotato per la consegna a domicilio, quando è pronto, il pranzo o la colazione, ti arriva un messaggino che ti invita a passare per ritirare”.

Marco è soddisfatto di aver affrontato e vinto questa sfida: “Siamo stati i primi in Italia a fare questa cosa. Grazie alla quale siamo tornati, per quanto riguarda il fatturato, al livello precedente all’emergenza Covid”. Un lavoro comunque di squadra, per cui l’imprenditore conclude con un grazie a chi ha lavorato con lui per ottenere questi importanti risultati: “Ringrazio il nostro personale, perché è stato eccezionale ed indispensabile nell’adeguarsi ad un nuovo modo si lavorare”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl