you reporter

Badia Polesine

Illuminazione pubblica, lavori al via

Opere per l’efficientamento e l'adeguamento normativo: lampade a scarica sostituite con i Led. E’ partito il progetto che contribuirà a dare un volto nuovo alla città.

Illuminazione pubblica, lavori al via

Giovanni Rossi

Al via i lavori per la nuova pubblica illuminazione cittadina a Badia Polesine. Dopo che nelle ultime settimane l’amministrazione ha limato i dettagli del progetto che contribuirà a dare un volto nuovo alla città, ma anche ad avere un maggior controllo su ciò che avviene per le strade badiesi grazie all’installazione di telecamere e varchi, le prime operazioni dell’intervento atteso da anni hanno finalmente preso il via. L’inizio dei lavori era stato inizialmente stimato per il mese di luglio, quindi gli interventi sono necessariamente partiti con qualche giorno di ritardo. “I lavori sono partiti sotto riserva - conferma il sindaco Giovanni Rossi - Nelle settimane passate ci siamo concentrati su alcuni aspetti della progettualità, in particolare sui nuovi punti luce, ma l’intervento è iniziato”.

È stata la ditta rodigina Elettrocostruzioni ad aggiudicarsi l’appalto che, oltre alla trasformazione e la modifica degli impianti di pubblica illuminazione con l’integrazione del sistema di videosorveglianza urbana, prevede interventi di efficientamento e adeguamento normativo, con la conseguente dismissione delle lampade a scarica, sostituite con lampade a Led in modo da assicurare la riduzione dei consumi di energia elettrica e il rispetto delle normative in materia di inquinamento luminoso.

L’appalto avrà la durata di circa 18 anni, mentre la ditta avrà un anno di tempo per fare i lavori, anche se probabilmente entro sei mesi sarà già stata eseguita la gran parte dei lavori. Il nuovo appalto consentirà al Comune il risparmio sulla bolletta energetica, la riqualificazione normativa dell’impianto, la mancata acquisizione delle spese manutentive e il mancato turnover di un manutentore esterno, con un risparmio stimato sul bilancio di circa 50 o 60mila euro. Il progetto, concepito nel corso dell’esecutivo guidato da Gastone Fantato e giunto ora alla sua realizzazione, prevede l’affidamento del servizio integrato di gestione e manutenzione della rete comunale di pubblica illuminazione. Tra le diverse voci interessate dalla novità ci sono la sostituzione degli apparecchi esistenti, la sostituzione dei sostegni ammalorati e l’implementazione di nuovi punti luce. Una significativa svolta all’iniziativa, ormai in ballo da diverso tempo, si è avuta la scorsa estate con la pubblicazione del bando per il “servizio integrato di gestione e manutenzione della rete comunale di pubblica illuminazione” da parte della stazione unica appaltante della Provincia, che si è concluso con l’aggiudicazione dell’appalto a fine 2019. Tra le richieste più significative all’interno del bando, oltre alla sostituzione e al miglioramento dei punti luce, c’era anche la posa di un sistema di videosorveglianza.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl