you reporter

Rugby Top 12

Test “vero” per i Bersaglieri

La Femi Cz Rovigo scende in campo domani alle 19 contro il Valorugby Emilia. Casellato: “Contenti di tornare a giocare”. Tamponi negativi per tutti i giocatori.

Test “vero” per i Bersaglieri

Umberto Casellato

Dopo la partitella in famiglia della scorsa settimana, in occasione della Festa dell’abbonato organizzata dalla società rossoblù, la Femi Cz Rugby Rovigo Delta è pronta a scendere in campo contro degli avversari veri e propri dopo tanto tempo di astinenza. Sono diversi infatti i mesi trascorsi dall’ultima partita giocata in campionato. L’occasione sarà l’amichevole pre campionato che vedrà i Bersaglieri sfidare il Valorugby Emilia domani, alle 19, allo stadio Mirabello di Reggio Emilia. L’incontro è stato organizzato interamente dalle due società, che hanno lavorato congiuntamente per assicurare che tutti i protocolli sanitari vengano rispettati. Dopo questo primo incontro è già in programma anche il bis al Battaglini, per il giorno 19 settembre. Il match si svolgerà a porte chiuse, ed allo stadio avranno quindi accesso solo i tesserati delle due società. Questi i rossoblù che scenderanno in campo domani: Antl, Bacchetti, Coronel, Modena, Cioffi, Menniti-Ippolito, Visentin, Greeff, Ruggeri, Vian, Canali, Mtyanda, Swanepoel, Momberg (capitanoi), Lugato. A disposizione: Leccioli, Nicotera, Brandolini, Sironi, Cadorini, Trussardi, Borin, Uncini, Moscardi, Mastandrea, Barion, Bordin, Cozzi.

Questo, invece, il XV del Reggio: Sanavia, Luus, Chistolini; Du Preez, Balsemin; Rimpelli, Conforti, Amenta; Chillon, Rodriguez; Leaupepe, Bertaccini, Majstorovic, Costella; Farolini.

L’head coach rossoblù, Umberto Casellato, ha commentato così alla vigilia della partita: “Aspettavamo da molto tempo questo momento. Siamo tutti molto contenti, tornare a giocare una partita contro un’altra squadra, dopo cinque settimane di allenamento e sei mesi circa dall’ultimo match, non è poco. L’avversario è quello che forse ha il miglior roster del campionato. Siamo tutti molto entusiasti e non vedevamo l’ora. Ringraziamo i presidenti del Rovigo e del Reggio per aver permesso lo svolgersi di questa prima amichevole, che possa essere un primo passo per tutto il rugby di base per tornare alla vita normale. Le società hanno pagato di tasca propria i tamponi a tutti, e si sono presi carico di tutte i costi necessari a rispettare tutte le norme anti covid previste. Questa è la prima partita del rugby italiano che si giocherà dopo il lockdown. Spero possa fare da traino a tutto il movimento”.

Infine, buone notizie per quanto riguarda i tamponi ai giocatori: sono risultati tutti negativi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl