you reporter

Porto Tolle

Marciapiede e ciclabile nuovi lungo la provinciale 37

A Ca' Venier, tra strada provinciale 37 e via Trento, intervento di 250mila euro per collegare i punti di interesse della comunità.

Marciapiede e ciclabile nuovi lungo la provinciale 37

Strada provinciale 37 a Ca' Venier

A Ca’ Venier un marciapiedi e una nuova pista ciclabile. Nella frazione di Ca’ Venier a Porto Tolle, lungo la Strada provinciale 37, verrà realizzato un nuovo marciapiedi con annessa una pista ciclabile. Un progetto a cui il comune di Porto Tolle darà ufficialmente avvio con l’apertura delle offerte relative all'appalto per l’esecuzione dei lavori, che avverrà stamattina nella Stazione unica appaltante della Provincia di Rovigo.

La pista ciclopedonale verrà realizzata lungo la via Venier e collegherà l’area lungo la stessa con il complesso cimiteriale del paese. Nello specifico la pista sorgerà vicino alla chiesa, in corrispondenza del ristorante “Dai Valligiani”, e proseguirà, seguendo via Venier (Strada provinciale 37), fino all'altezza dell’ufficio postale, dove verrà peraltro sistemata l’area antistante, che verrà adibita a parcheggio. Il tracciato riprenderà sulla destra di via Trento e proseguirà fino al vialetto di accesso al cimitero. La pista si intersecherà con la strada di penetrazione in mezzo ai palazzi Ater, per il cui incrocio è prevista una risagomatura.

Inoltre, nei pressi dell’incrocio tra via Venier e via Teatro è previsto il posizionamento di un attraversamento pedonale, e dunque il tracciato si sposterà a sinistra, proseguendo in direzione nord fino all’area parcheggio di fronte alle attività commerciali localizzate prima che la via curvi verso destra.

Si tratta di un progetto complessivo del valore di 250mila euro suddiviso in 162mila euro per lavori ed oneri per la sicurezza e 88mila euro di somme a disposizione dell’amministrazione. Il tracciato iniziale della pista è stato modificato in fase di progetto definitivo-esecutivo, visto che pareva non garantire protezione di chi avrebbe percorso la pista ciclopedonale, in particolare in corrispondenza di un punto in cui il guard-rail, essendo troppo vicino alla recinzione di una proprietà privata, avrebbe ristretto eccessivamente il percorso. L’amministrazione comunale ha dunque deciso di elaborare un tracciato che si snodasse su una zona più urbana e collegasse punti di interesse per la comunità, a differenza di quello preliminare che, invece, aggirava completamente il nucleo abitato.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl