you reporter

Porto Viro

I disabili? Sono “Liberi di fare” la città aderisce alla campagna

Porto Viro è l'unica città del Veneto ad aver aderito a questa campagna di sensibilizzazione.

I disabili? Sono “Liberi di fare” la città aderisce alla campagna

Porto Viro sarà l’unica città in Veneto ad aderire ad un progetto di sensibilizzazione alla disabilità, dal nome “Liberi di fare”. Lo ha annunciato l’assessore alle politiche di superamento dell’handicap Marialaura Tessarin: “Sto organizzando questa manifestazione assieme alla commissione pari opportunità, con attori importanti a darmi una mano, ovvero le tre associazioni del progetto "Un ponte per": Down Rovigo, Barriere Invisibili e Luce sul mare oltre alle cooperative Titoli minori e Attivamente”.

Alla conferenza stampa hanno preso parte Alessandra Naccari per Titoli Minori, e Marina Cassetta, Graziella Zanellato, Pasquale Vastano e Andrea Marangoni per Barriere Invisibili. “Ho pensato come comune fosse doveroso aderire a questo evento su scala nazionale, pensato dalle sorelle marchigiane Mariachiara ed Elena Paolini, che hanno fondato il movimento Liberi di fare, spontaneo, libero ed apartitico, sul tema dell’assistenza personale indiretta autogestita”, ha spiegato la Tessarin.

“Esiste questo diritto sancito da una convenzione Onu a cui anche l’Italia aderisce dal 2009: una persona disabile, o un suo tutore, può scegliersi i suoi assistenti come meglio crede. Ad oggi la situazione è triste perché i fondi sono irrisori, e vi sono discrepanze tra varie regioni, con un Piemonte virtuoso ed un Veneto con ancora molta strada da fare. L’8, 9 e 10 giugno quindi, tantissime città italiane saranno sincronizzate su tutto il territorio nazionale per smuovere al meglio opinione pubblica e istituzioni. Per Porto Viro abbiamo scelto il giorno 8: ritrovo in piazza Repubblica alle 19, consegna di materiale come volantini, palloncini colorati, cartelli, ed uno striscione con messaggi importanti; dopo una breve introduzione ci avvieremo per via Mazzini fino al centro salesiano San giusto, dove don Nicola ci aprirà le porte del teatro per un momento conviviale ma soprattutto musicale grazie al coro Miscellaneous, che festeggerà così anche i suoi dieci anni di attività”, ha detto ancora l’assessore.

Un lavoro di cooperazione importante, al quale saranno invitate tutte le associazioni cittadine, le scuole, le cooperative sociali, e più in generale tutte le realtà con questo tipo di sensibilità, visto che questa materia tocca i diritti civili nel senso più alto del termine. “Nel frattempo è partita una campagna social, a cui io prenderò parte - ha concluso la Tessarin - affidata alla pubblicazione di una foto con un cartello su cui scrivere a mano l’hashtag #liberidifare”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl