you reporter

Taglio di Po

I consigli dei Carabinieri per prevenire i reati

Parlano i comandanti Giusti e Attisani: “Reciproca collaborazione tra vicini di casa, chiudere sempre i portoni d’accesso, installare antifurto”.

I consigli dei Carabinieri per prevenire i reati

Francesco Siviero, Giuseppe Attisani e Rolando Giusti

La sala consiliare del municipio ha ospitato un incontro pubblico, organizzato dall’amministrazione comunale sulla sicurezza con il comandante della Compagnia Carabinieri di Adria, il capitano Rolando Giusti. Ad affiancarlo, il comandante della Stazione Carabinieri di Taglio di Po, il maresciallo Giuseppe Attisani. “Una chiacchierata - ha introdotto il capitano Giusti - su alcuni reati, che vanno a minare la sensibilità di tutti noi. Organizziamo questi incontri per cercare di capire cosa succede in giro, e anche se viviamo in un territorio felice, il pericolo è sempre dietro l’angolo, per cui è meglio parlarne prima”.

Quindi, dopo aver ribadito: “Possiamo aiutarvi ad affrontare e risolvere i piccoli problemi di tutti i giorni” e rivolto l’invito “potete aiutarci a capire le vostre esigenze per orientare meglio le nostre attività”, è passato a suggerire alcuni semplici accorgimenti per rendere la nostra casa più sicura, del tipo: reciproca collaborazione tra i vicini di casa, in modo che ci sia sempre qualcuno in grado di tenere reciprocamente sotto controllo le abitazioni; chiudere sempre il portone d’accesso; non aprire la porta o il cancello automatico prima di accertarvi che abbia suonato; installare dispositivi antifurto collegati al 112; quando si esce di casa ricordarsi di azionare l’allarme; non lasciare mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili e vicini all’ingresso.

Se si vive in una casa isolata, adottare un cane; non mettere al corrente nessuno degli spostamenti; evitare di postare foto o informazioni sui social network da cui possa dedursi l’eventuale assenza; nel caso in cui la serratura appaia manomessa o socchiusa, non entrare in casa e chiamare immediatamente il 112. Quanto poi all’argomento “In casa contro le truffe”, i consigli dati sono quelli di non aprire la porta agli sconosciuti, di non fidarsi delle apparenze, di diffidare degli estranei che vengono a trovarvi in orari inusuali, di quelli che si spacciano per operatori di enti pubblici e privati, di chi si presenta a casa vostra senza un’uniforme.

“Di massima – hanno spiegato il capitano Giusti e il maresciallo Attisani - le Forze dell’Ordine operano in uniforme e utilizzano autovetture con i colori e le insegne istituzionali. Accertatevi, prima di aprire la porta, se all’esterno vi sono autovetture che riportano sulle fiancate le scritte Carabinieri, Polizia o Guardia di Finanza. Al minimo sospetto, chiamate il 112 o chiedete aiuto ad un vicino”. A seguire, consigli in pillole, contenuti assieme a tanti altri in un vademecum, distribuito ai presenti, e sul quale figurano anche i numeri di telefono 112 Pronto intervento, 0426/660171 Carabinieri Taglio di Po. Al termine è scaturito un dibattito caratterizzato da domande e alcuni interventi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl