you reporter

Loreo

“Convenzione di polizia locale saltata per il velox”

Il capogruppo di minoranza Tommasi: “Lo ha confermato Rosolina in consiglio, c’è solo confusione”

“Convenzione di polizia locale saltata per il velox”

Velox installato senza alcuna pianificazione che ha causato la perdita della convenzione di Polizia municipale con Rosolina: è questa l’accusa da parte del capogruppo di minoranza, Massimo Tommasi, della lista civica “Tutti Insieme per Loreo”. “Ennesimo capitolo della saga vigili urbani di Loreo, e si potrebbe dire ennesima confusione, dopo il trasferimento di un vigile lo scorso anno e il licenziamento volontario di quest’anno e una convenzione fatta in qualche maniera con i comuni limitrofi, dopo un’assunzione temporanea per far fronte al lavoro creato dall’autovelox” riassume Tommasi.

“Cade un’altra tegola sull’amministrazione Gasparini - prosegue Tommasi - amministrazione che come al solito non riesce ad avere una visione di lungo periodo e prende provvedimenti che sono figli della fretta e dell’occorrenza, sprecando, a nostro avviso, i soldi dei cittadini. Il 20 settembre nel consiglio comunale di Rosolina si è votato per il recesso dalla convenzione per la gestione in forma associata della funzione di polizia municipale e amministrativa tra i comuni di Adria, Rosolina, Loreo, Papozze”. “Le conseguenze naturalmente ricadono su Loreo, che dopo una scriteriata gestione dell’amministrazione dei vigili di Loreo, che in pochi anni sono passati da due unità a nessuna, per poi assumere a mesi, solo ed esclusivamente personale per vidimare le sanzioni dell’autovelox - ricorda Tommasi - ora si troverà anche senza comandante e naturalmente sarà costretta in fretta a cercarne un altro”.

“Le cause sembrano ben chiare - spiega Tommasi - a detta del vicesindaco di Rosolina ‘Loreo ha cambiato le regole del gioco in corsa’, sicuramente riferendosi all’autovelox che ha portato una mole di lavoro insostenibile. Ma il vicesindaco Grossato si spinge oltre, confermando quanto da noi sostenuto da tempo, che tutto è stato fatto senza nessuna pianificazione da parte di Loreo, capendo con enorme ritardo che l’impegno era gravoso e non provvedendovi preventivamente. L’ennesima dimostrazione di inadeguatezza dell’amministrazione Gasparini”. “Ad aggravare tutto poi c’è la richiesta di Rosolina di un compenso che si aggirerebbe tra i 8mila e i 13mila euro - aggiunge - come minoranza ci domandiamo e denunciamo come questo possa essere possibile, visto che la convenzione stipulata non prevedeva compensi ma mutua assistenza”. “A questo punto in un’escalation sempre crescente, il comune dovrà pagare: un vigile temporaneo, un vigile che vidima le sanzioni prestato da Porto Viro, il comune di Rosolina e una nuova convenzione per un nuovo comandante - precisa Tommasi - se questa non è confusione, noi non sappiamo come chiamarla, il tutto a spese della comunità che a causa di un’amministrazione insufficiente non ha nemmeno un buon servizio di polizia municipale sul territorio”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl