you reporter

PORTO TOLLE

Il Po tracima, a rischio le vongole

L'acqua dolce del Po, dopo la rottura dell'argine, potrebbe inondare la laguna di Barbamarco. A rischio la coltivazione di mitili.

Il Po tracima, a rischio le vongole

 La laguna di Barbamarco è sotto stretta osservazione a causa della piena del Po. L’argine della “busa di tramontana” che separa il Grande Fiume dalla laguna è praticamente stato eroso e il rischio grande è che l’acqua dolce invada quelle lagunari dove vengono coltivate le vongole.

Genio civile e amministrazione comunale di Porto Tolle monitorano costantemente il livello del fiume, mentre i pescatori sono disperati. Si parla di un danno strutturale di 300mila euro per l’argine eroso. Senza considerare i danni alle coltivazioni di mitili che potrebbe causare il Po che tracima.

Il sindaco Roberto Pizzoli ha coinvolto anche l’assessore regionale ai Parchi Cristiano Corazzari che ha confermato la sua disponibilità. L’obiettivo è ripristinare l’argine. Se non si agisce per tempo, la sua rottura potrebbe compromettere la coltivazione delle vongole.

Il sindaco Pizzoli è costantemente aggiornato sulle condizioni meteo, al momento unico ago della bilancia.

L’allerta del centro funzionale decentrato della Protezione Civile della Regione è arancione per la zona che riguarda il Bacino Idrografico Po-Fissero-Tartaro- Canalbianco-Basso Adige in relazione ai livelli attuali e previsti lungo l’asta del fiume Po.

L’allerta è valido fino a giovedì. E la laguna di Barbamarco trema.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl