you reporter

Porto Tolle

“Lagune e cozze a rischio”, è allarme

L’incontro ha fatto emergere una produttività altamente compromessa. Canarin a rischio chiusura

“Lagune e cozze a rischio”, è allarme

Lagune e pesca a rischio, scatta l’allarme. Si è tenuto nel tardo pomeriggio di sabato, a Porto Tolle, un Tavolo azzurro, alla prima convocazione, presieduto dall’assessore competente Tania Bertaggia, con delega alla pesca, acquacoltura, attività venatorie, attività produttive, sviluppo economico e lavoro.

Si è trattato di un momento di discussione molto importante al quale erano presenti anche l’assessore regionale Cristiano Corazzari, tutti i quattordici presidenti delle cooperative e il presidente del consorzio cooperative pescatori del Polesine che ha illustrato la non positiva situazione delle lagune oggi, alla quale è poi seguita un’animata discussione.

Il presidente ha illustrato, tra le altre cose, la situazione delle lagune del Canarin e del Barbamarco spiegando come siano altamente compromesse e di conseguenza è difficile arrivare ad una produttività se non si effettua un’urgente vivificazione, che gli stessi operatori del settore stanno attendendo da un sacco di tempo. Il vicepresidente Natali ha addirittura prospettato la possibilità di chiudere la laguna del Canarin, in quanto non c’è più prodotto e i costi sarebbero troppo alti. Anche Giuliano Zanellato, presidente della cooperativa di Pila Mare, è intervenuto concentrandosi sulla situazione dell’argine della laguna di Barbamarco, fortemente compromesso a causa dalla piena di qualche settimana fa e anche sulla situazione della bocca di uscita a mare del porto di Pila, affermando come, nonostante l’intervento urgente effettuato, ancora oggi la criticità è molto alta. A causa di questo, chiede la possibilità di poter intervenire al più presto al fine di ripristinare la situazione.

Anche il presidente della cooperativa pescatori Maistra, Emanuele Finotti, ha sottolineato come la gente sia ormai stanca della situazione e chieda risposte ben precise e puntuali. A tal proposito è intervenuto l’assessore Corazzari, spiegando come in verità si stia cercando di trovare, all’interno del bilancio, le cifre necessarie per poter fare gli interventi propedeutici. Corazzari ha anche spiegato come il tavolo di coordinamento, effettuato dopo la visita di Zaia nel Delta, si stia attivando a tal proposito così come sia l’assessore alla pesca Giuseppe Pan, sia lo stesso Corazzari, siano effettivamente attenti alla situazione, tanto che stanno cercando le soluzioni adeguate in un bilancio regionale sempre più ristretto. Paolo Mancin, che si occupa della Cozza dop ed è presidente della cooperativa pescatori Delta Padano, nel suo intervento, si è rivolto al sindaco confermando il sostegno e ringraziandolo per quanto fatto sino ad ora e dando la sua disponibilità per affiancarlo in eventuali interventi in qualsiasi luogo, al fine di scongiurare la perdita delle cozze dop e delle ostriche. Per quanto riguarda invece i Sic marini, è intervenuto l’assessore di Porto Viro, Valeria Mantoan, che insieme all’amministrazione di Porto Tolle ha chiesto una proroga per portare tutti i dati possibili per poter scongiurare il pericolo per questi Siti di interesse comunitario, il che comprometterebbe la pesca nel Delta.

Ha chiuso gli interventi il sindaco Roberto Pizzoli, che ha spiegato come il lavoro fatto in questi cinque mesi sia sempre andato di pari passo con la Regione Veneto e con il Consorzio cooperative, tanto che dei 15 milioni concessi per le calamità naturali abbattute nel litorale adriatico, due milioni andranno a Porto Tolle e saranno propedeutici per sistemare bocche a mare, scanni e spiagge. In settimana, insieme al Genio civile, sono state preparate tre schede per gli interventi della laguna del Canarin, Barbamarco e per la Sacca di Scardovari, in maniera da poter fare una importante vivificazione delle lagune per la quale sono stati richiesti circa 3 milioni di interventi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl