you reporter

La vostra Voce

Dai Valligiani e da Yoghi, prosegue il viaggio tra i bar

I due locali offrono anche un servizio di ristorazione: la specialità della casa è il pesce.

Il nostro viaggio tra i locali della provincia ci ha portato al bar trattoria da Yoghi, a Polesine Camerini. “Siamo aperti da 17 anni - racconta Stefania Marchesini, la titolare - qui a Polesine Camerini ci troviamo molto bene, siamo sempre riusciti a superare i problemi che ci si sono posti davanti”. A frequentare l’attività sono sia gli abitanti della zona che turisti.
“Il ristorante è specializzato in piatti di pesce - spiega Gessica, che lavora nel locale - poi ogni tanti organizziamo alcuni eventi speciali come la festa di carnevale o quella di Capodanno. E una volta al mese va in scena una serata musicale con il deejay”. “Poi il ristorante collabora con il Tuna Club di Barricata - aggiunge Marco - e allestisce degli eventi nelle spiagge”.

Dietro al bancone del locale c’è anche Marina: “Io abito a Polesine Camerini da 43 anni e l’ho sempre visto così - afferma - Dopo la chiusura della centrale però il paese è calato tanto, tanta gioventù si è spostata altrove. Ora gira voce che in quell’area dovrebbe sorgere un villaggio turistico ma al momento non c’è niente di concreto. Noi ci speriamo ma penso che ci vorranno anni per smantellare tutto”.  “Il turismo un po’ alla volta sta crescendo in questa zona - prosegue - però ci vorrebbero strutture adeguate, in particolare per i camper”.

Il nostro viaggio ci ha portato anche al bar ristorante “Dai Valligiani”, a Ca’ Venier. Il locale vicino alla chiesa costituisce l’unico punto di ritrovo per tutti gli abitanti della zona. “L’attività è stata fondata nel 1995 dalla mia famiglia - spiega la titolare Alice Ballarin - viene frequentata sia dalla gente del paese che dai clienti di passaggio. Nel periodo estivo ci sono anche vari turisti, qualcuno ha già cominciato a venire”.

Il ristorante è specializzato in piatti di pesce: “Il menù va dagli spaghetti allo scoglio ai risotti fino alle crudités - spiegano Giulia e Michela, che lavorano nel bar ristorante - poi dipende dal pescato del giorno”. Nella sala bar invece, gli abitanti di Ca’ Venier si fermano per giocare a carte, guardare le partite di Serie A in tv oppure fare quattro chiacchiere in compagnia.  “Il paese è tranquillo - continuano Giulia e Michela - e la maggior parte popolazione è anziana. I  giovani si spostano Porto Tolle o Porto Viro”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola il 19 marzo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl