you reporter

Taglio di Po

Un incontro pubblico sugli allevamenti intensivi

Domeneghetti: “L’occasione per pensare a una risposta univoca”.

Un incontro pubblico sugli allevamenti intensivi

“Come avevo promesso ho coinvolto i sette comuni delle aree interne su questo tema molto attuale e sentito, non soltanto dalla mia cittadinanza, per discutere e trovare una soluzione per il futuro”. Mercoledì 10 alle 21 nella sala Europa di Taglio di Po è previsto un incontro per discutere della situazione e degli strumenti normativi attuali relativi agli allevamenti intensivi.

Un incontro promosso da Michele Domeneghetti, sindaco di Corbola, che ha coinvolto i colleghi delle aree interne nella lotta al contrasto di queste attività. “Come avevo promesso l’opera di contrasto agli allevamenti intensivi sta continuando con decisione e dedizione. Nel caso specifico abbiamo organizzato questo incontro pubblico dove si parlerà di come affrontare il problema a livello multidisciplinare in un momento di condivisione con enti ed amministratori di tutto il Delta” dichiara il primo cittadino. “A nostro parere sarebbe stato riduttivo un consiglio comunale aperto solo a Corbola, come invece aveva richiesto il comitato difesa ambiente, abbiamo ritenuto più utile e costruttivo il coinvolgimento dei sette comuni delle aree interne. Un’occasione per pensare ad una risposta univoca dal punto di vista della pianificazione e delle misure di sviluppo da adottare in futuro”.

Domeneghetti è convinto: “La strategia delle aree interne farà senz’altro gioco. L’obiettivo di questa serata è capire, con l’aiuto dei vari enti competenti, il punto preciso su cui incidere normativamente per arrivare ad una soluzione possibile che riguardi la modifica della legge di riferimento. Abbiamo un territorio dalle mille potenzialità che tutt’ora mantiene un grosso connotato ambientale. Questo ci permette di guardare al turismo, alla visitazione, all’ospitalità diffusa, alla produzione agricola/alimentare di qualità come prospettive di sviluppo i cui risultati si cominciano già ad intravedere. Sarebbe sbagliato, quindi, svendere questa terra ad approcci prettamente individuali che potrebbero precludere le prospettive dette sopra. Abbiamo scelto una sala con maggior capienza come l’Europa a Taglio di Po, per cui ringrazio il collega Francesco Siviero, per due motivi: uno perché ci aspettiamo che la serata sia molto partecipata, l’altro perché si trova in una posizione più baricentrica per il Delta”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl