Cerca

CARABINIERI

"Mi lasci? Ti sparo con la balestra". Arma sequestrata

Condannato un 59enne, a Porto Tolle avrebbe inseguito e speronato la ex

E' stato condannato a 1 anno e 4 mesi, a fronte di una richiesta di pena formuata dal pubblico ministero di 2 anni e 4 mesi. Il 59enne, residente a Monselice, era imputato di stalking e violazione di domicilio. La seconda imputazione è, però, caduta all'esito del dibattimento. A monte di tutto starebbe la incapacità dell'uomo di prendere atto della decisione della ex compagna, commerciante ambulante, di lasciarlo. Il passo di lei sarebbe stato seguito da minacce, pedinamenti e una vera e propria persecuzione.

La donna se lo sarebbe trovato davanti in varie occasioni. Ai balli latino americani, per strada, vicino a casa, persino ai vari mercati settimanali che seguiva, vista la sua professione. Il furgone che usava per lavoro sarebbe stato danneggiato, prima con il taglio delle gomme, quindi inserendo acqua nel serbatoio del carburante. Infine, l'episodio culminante, avvenuto, secondo questa ricostruzione dei fatti, mentre la donna stava tornando dal mercato di Porto Tolle. La avrebbe inseguita in auto, obbligandola a fermarsi due volte, la seconda delle quali provocando danni alla carrozzeria. La donna, dopo essere riuscita a scappare, si rifugiò in un bar, chiamando i carabinieri.

Non sarebbero mancate le minacce. L'uomo avrebbe minacciato la ex di colpirla con una balestra. Arma che, secondo le contestazioni, sarebbe effettivamente stata trovata dai carabinieri nel corso della perquisizione domiciliare.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy