Cerca

ROSOLINA

18enne derubata al bancomat del paese

L'episodio avvenuto in centro, ci sarebbe un uomo che si dedica a colpi di questo tipo

Tecnicamente, si tratterebbe di un furto con raggiro, messo in atto da una persona piuttosto abile in questa attività delinquenziale, tanto che una precedente vittima era riuscita a sfuggirgli solo a fatica, montando in auto e allontanandosi di gran carriera. Lo stesso non ha potuto fare la ragazza di 18 anni che, arrivata in bici, non è riuscita a scappare nella stessa maniera.

E' accaduto in centro, a Rosolina, dove la ragazza, secondo le prime ricostruzioni, è stata avvicinata da un uomo che ha finto di conoscerla, cominciando a raccontare, in effetti, alcuni episodi della sua vita reali. Si tratta di un fenomeno meno incredibile di quanto possa apparire, dal momento che ci sono truffatori che sono esperti proprio in questo, ossia nello spacciare banalità e ovvietà come "prove" di una pregressa conoscenza, in maniera da indurre le vittime a fidarsi di loro.

Sommergendo la ragazzina sotto una montagna di parole, l'uomo ha continuato a guidarla verso un Bancomat, che però si è rivelato troppo affollato, quindi verso un altro, dove, parlando della necessità di assistere un bambino ricoverato in ospedale, ma anche di aiutare i volontari che lo seguono, lo sconosciuto la ha indotta a prelevare 250 euro, prendendone quindi 190. Poi, se ne è andato.

E' stato solo una volta tornata a casa che la giovane ha capito appieno quanto le era appena successo. Ha riferito di essersi sentita del tutto impotente di sganciarsi da quella persona, quasi che con la sua parlantina la avesse ipnotizzata.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy