you reporter

Il caso

Vigile urbano: non si può andare in edicola

Un cittadino, indispettito, scrive al Comune: "Questa è la legge! si può, eccome!"

Vigile urbano: non si può andare in edicola

Non è la prima volta, e non sarà neppure l'ultima. Ma fra gli agenti della polizia locale ogni tanto ne salta fuori qualcuno (pochi per fortuna) più realista del re. 

E' il caso - raccontato da un cittadini sui social - di un giovane agente di Porto Viro che ha minacciato di sanzione un cittadino che stava andando in edicola per comprare il giornale. Le edicole sono aperte e sono state definite nel Decreto della presidenza del consiglio uno dei "servizi essenziali", in quanto anello fondamentale nella catena dell'informazione.

Già è dura per tutti, in questo momento di crisi e paura, tenere in piedi la pubblicazione e la vendita dei quotidiani (dove la pubblicità è ai minimi) per fornire un servizio a tutti i cittadini. Ci mancherebbe solo che venissero fatte difficoltà a chi va in edicola.

Si sarà senza dubbio trattato di un errore (o di un caso di eccesso di zelo nel fare rispettare le norme), ma il cittadino in questione, per chiarezza, ha pure pubblicato la risposta ufficiale data dal sito della presidenza del Consiglio. "L'acquisto dei quotidiani è ritenuto una necessità, e dunque anche lo spostamento verso le edicole è consentito".

Da qui l'invito all'amministrazione comunale ad informare correttamente l'agente, perché un'eventuale sanzione verrebbe ovviamente contestata e causerebbe una spesa al comune.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl