you reporter

ROSOLINA MARE E ALBARELLA

Allarme per l'esodo, il sindaco chiude il territorio ai non residenti

Misure straordinare per prevenire l'esodo di Pasqua verso le seconde case

Allarme per l'esodo, il sindaco chiude il territorio ai non residenti

Il sindaco di Rosolina Franco Vitale la aveva annunciata e la ha emessa. Una ordinanza per stroncare il fenomeno, purtroppo ampiamente segnalato, dell'esodo verso le seconde case di Albarella e di Rosolina Mare, che potrebbe scattare in questi giorni, nonostante la situazione, di assoluta emergenza, legata alla necessità di contenere il coronavirus e la sua diffusione. Potrebbe apparire folle - e sicuramente lo è - che in questo periodo ci possano essere persone che pensino alla seconda casa e alla gita fuori porta, quando ancora si registrano centinaia di morti ogni giorno, ma purtroppo la realtà è questa.

Di conseguenza, il primo cittadino ha preso provvedimenti straordinari, arrivando a disporre, con decorrenza immediata e sino al 14 aprile, ossia il giorno dopo Pasquetta, "il divieto di entrare nel Comune di Rosolina, salvo che per comprovate esigenze lavorative per le attività consentite, ovvero per situazioni di necessità o per motivi di salute". Chi gode di queste esimenti, dovrà comunque dimostrarlo, non solo la autocertificazione, a pena di commettere un falso, ma con documentazione idonea. Per esempio, lo scontrino per chi si sposta per la spesa, il Codice ateco della propria attività per chi si muove per lavoro, documentazione medica per quanti si spostano per motivi di salute. Una ordinanza, quindi, estremamente energica e severa, che va di pari passo con la difficoltà del momento.

Chi violerà questa disposizione, non avrà unicamente la sanzione amministrativa prevista dalla legge e, nel caso di autocertificazione falsa, anche la denuncia a piede libero. Il sindaco ha infatti previsto, sempre con decorrenza immediata e sino al 14 aprile prossimo, che le persone che non hanno motivo di restare nel territorio comunale di Rosolina, dopo l'irrogazione della sanzione, vengano anche allontanate da questo.

Per garantire il fine ultimo, ossia quello di evitare la migrazione verso le seconde case, i controlli saranno costanti, non solo da parte delle forze dell'ordine, ma anche con la collaborazione della Protezione civile, anche prevedendo turni notturni.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • adriano tolomio

    09 Aprile 2020 - 09:09

    Se uno vuole andare nella casa che ha in un luogo di vacanza, non si vede quale reato stia compiendo, lo fa a suo rischio e pericolo. Il sinsado di Rosolina poi non penso che faccia uno sconto sull'Imu delle seconde case, o mi sbaglio?!

    Rispondi

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl