you reporter

PORTO TOLLE

"Ciao dolce Angelo biondo": in centinaia per l'addio a Linda

Il paese si stringe alla 16enne morta dopo un malore che l'ha colpita a casa

19/05/2021 - 13:27

Ci sono centinaia di persone, alcune dentro la chiesa, dalla quale sono state tolte le panche, sostituite da sedie, per aumentarne la capienza, sempre nel rispetto delle disposizioni contro il Covid, altre, tantissime, fuori. Una folla, sempre composta, attenta alle disposizioni in essere contro il coronavirus, come ha richiesto espressamente il parroco: "Facciamo che il nostro saluto a Linda sia ricordato come qualcosa di bello e composto, non come un evento disordinato": nessuno ha disobbedito, nessuno vorrebbe neppure tentare di scalfire l'aria di solennità che si respira all'esterno della chiesa di Scardovari, sul piazzale gremito, così come all'interno.

Tutto parla della piccola Linda, morta a 16 anni, all'ospedale Bambin Gesù di Roma, dove era stata tentata una disperata operazione, per ridurre l'ematoma prodotto dall'aneurisma che la aveva colpita nella sua abitazione di Scardovari e che, sin da subito, era apparso gravissimo. Purtroppo, neppure tutto l'impegno dei medici è servito. "Ciao, Linda dolce angelo biondo", recita uno striscione appeso poco prima della chiesa. Poi, una immagine dietro l'altra, meravigliose e strazianti: Linda che sorride, calzando a metà un casco più grande di lei, Linda felice, a fianco di uno scooter. Tanti ricordi appoggiati con amore sul feretro bianco che campeggia al centro della chiesa.

La famiglia, sconvolta da una tragedia di questa portata, è unita, abbracciata, parole di conforto, mani che si stringono, una vicinanza che parla di un calore e di un raccoglimento del quale, senza dubbio, la piccola Linda avrà goduto, nella propria breve vita, e dal quale è stata protetta e amata.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl