you reporter

PORTO TOLLE

Torna la grande “Festa del riso”

Tre giorni dedicati all’oro bianco del Delta, come sempre preceduti dal Gran Galà dedicato

Torna la grande “Festa del riso”

14/09/2021 - 14:00

Al via l’11esima edizione della “Festa del Riso”. Venerdì 17, sabato 18, e domenica 19 settembre, il riso - prodotto di eccellenza assoluta del Bassopolesine, noto a livello mondiale - è protagonista a Porto Tolle. E in anteprima c’è anche il “Galà del Riso”, giovedì 16 settembre, dalle 19,30 in poi. Si tratta di una cena solo su prenotazione, per la quale è possibile fare riferimento al numero 3484487756.

Durante la serata si esibiscono, per un piacevole intermezzo musicale, i P51 Airplanes. Quest’anno la manifestazione si svolge alla tenuta Giarette a Scardovari. A parlare della bella iniziativa e a presentarla nel dettaglio, nella sala consiliare del Comune di Porto Tolle, il vicesindaco Silvana Mantovani e il sindaco Roberto Pizzoli.

“E’ un evento a cui tengo molto – dice la vicesindaco, soddisfatta per l’evento che è stato possibile organizzare, nel pieno rispetto delle disposizioni contro il contagio da coronavirus - Quest’anno la festa è arrivata all’11esima edizione ed è nata quando ero assessore con delega alle Politiche agricole. E’ un evento che esalta i prodotti della terra e quindi il riso”.

Il vicesindaco ha quindi spiegato il programma che inizia venerdì, alle 18, con lo spettacolo per famiglie “Il favoloso Goldoni”.

Alle 21.30 c’è la band tributo a Vasco Rossi, Bollicine Band. Sabato 18 settembre, alle 9.30, viene inaugurata la “Festa del Riso”. Alle 10 ci sono gli interventi delle autorità e la presentazione del libro intitolato “Il profumo di risaia e canna palustre. Terre d’acqua nel Delta del Po”, i cui autori sono Damiano Laurenti e Luciano Scarpante. A parlarne il presidente del consorzio Tutela Riso Delta del Po Igp, Adriano Zanella; e il presidente di Cerido, Sandra Bedetti. Alle 17, c’è l’intervento della cooperativa Goccia con il progetto “Mi spendo”. A parlarne, in sala consiliare, la presidente Martina Boscolo.

“Sono interventi che hanno fatto i ragazzi della nostra cooperativa – spiega - Sono stati a scopo sociale, ambientale e a favore del decoro urbano. Sono stati coinvolti 26 ragazzi e attivati 45 modi di intervento settimanali. E’ stato un progetto difficile da far partire ma i ragazzi si sono fatti coinvolgere e hanno lavorato bene. All’inizio erano coinvolti ragazzi dai 14 ai 20 anni. Ma dal mese di agosto anche quelli dai 12 anni in su”.

Alle 18 c’è in programma una sfilata di Ferrari con la Scuderia Ferrari Club di Adria. E alle 21.30, si esibisce l’Orkestra Caramel con musica a 360 gradi.

Domenica 19 alle 17.30, c’è un concerto di Alessia Concon; alle 18, l’anteprima “Corona Events”, con musica, danza e ballo sui trampoli e acrobati. Alle 18.30, c’è un altro concerto, con la cantante Giulia Moretto, ad accompagnarla alla tastiera il maestro Silvano Pozzato e alle percussioni il maestro Edoardo Fusetti.

Alle 21.30, c’è l’Absolute Muse tribute band.

Nel corso della serata continuano ad esibirsi i Corona Events con musica, danza e ballo sui trampoli e con acrobazie.

Il sindaco, Roberto Pizzoli ha sottolineato che c’è stato davvero un grande lavoro per la buona riuscita di questa manifestazione.

“E’ nata 11 anni fa quando ero assessore alla Cultura – racconta - Negli anni è migliorata ed è nata l’idea di farla itinerante, cioè in luoghi differenti, che cambiano a ogni edizione; gradualmente, è diventata non solo una festa per il paese, ma una vera e propria promozione del territorio e coinvolge la provincia e la regione, e le presenze lo dimostrano. E’ la festa di punta del nostro Comune”.

“Stiamo avendo risultati importanti. All’inizio era nata come festa dell’agricoltura, proprio per dare valore al settore primario. Quindi ha una storia legata alle tradizioni e allo sviluppo del territorio. Voglio precisare che il nostro Comune si espande lungo ben 259 chilometri quadrati, ha una enorme estensione territoriale, se pensiamo che tutta la provincia è di 1880 chilometri quadrati. Una realtà, quindi, enorme importanza non solo per il Bassopolesine, ma per tutto il Polesine”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl