you reporter

Ariano nel Polesine

Plastic Free, ripulite le dune di Rosada

Una trentina di volontari ha raccolto ben un centinaio di sacchi di rifiuti di ogni genere. Anche gli amministratori in campo per la passeggiata ecologica

Plastic Free, ripulite le dune di Rosada

22/03/2022 - 10:11

E' stata un successo la prima tappa ufficiale del 2022 di Plastic Free Onlus nel territorio di Ariano nel Polesine. Domenica scorsa si è svolta infatti la passeggiata ecologica nella zona delle dune di Rosada nella frazione di Grillara, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Una trentina di volontari si sono ritrovati nel piazzale da dove inizia il percorso interno delle dune e dopo le verifiche delle iscrizioni e due veloci battute sullo svolgimento della camminata i partecipanti si sono sparpagliati nell'area. Presente un gruppo scout di Adria e volontari giunti dal vicentino e dal comacchiese.

L’attività di pulizia ambientale ha visto coinvolti in prima linea anche il sindaco Luisa Beltrame insieme alla vice sindaco Laura Modena e all'assessore Sandro Vidali. “Fa sempre piacere vedere gli amministratori del Comune interessato partecipi e attenti alla nostra causa, non è affatto scontato - commenta Riccardo Mancin, referente Plastic Free per la regione Veneto ed organizzatore dell’appuntamento - Più avanti ci saranno certamente altri eventi sul territorio, ben volentieri visto il buon rapporto con l’amministrazione che per l'occasione ha anche messo a disposizione un mezzo per recuperare i sacchi depositati dai volontari lungo la strada”.

Il bottino finale raccolto ha visto i volontari colpiti dalla quantità elevata di rifiuti, un centinaio di sacchi riempiti con vetro e oggetti tra i più disparati, quasi tutti lanciati dalle auto in corsa, oltre a diversi pneumatici e ingombranti abbandonati appositamente nella zona. “Le persone erano scioccate, a prima vista non sembrava così sporca l’area ma ormai i rifiuti sono ovunque e ce ne sono davvero tanti, troppi. Come sempre amo sottolineare, questi comportamenti avvengono non solo per ignoranza ma anche per consapevolezza di impunità - spiega Mancin - Se non si applica un maggiore controllo del territorio, sfruttando magari guardie ecologiche volontarie e sistemi di videosorveglianza, questi atti criminali continueranno. Noi come volontari ci impegniamo molto, ma senza prevenzione e repressione vivremo questa situazione in un loop infinito, non credo sia questo che vogliono le amministrazioni?”.

Al termine della passeggiata ecologica, prima del terzo tempo conviviale, momento di divulgazione molto apprezzato dai presenti. “Ho chiesto all’assessore Vidali, esperta guida ambientale, di accompagnare i volontari all'interno del percorso delle dune - conclude Riccardo Mancin - affinchè vi fosse la possibilità di imparare importanti nozioni sul luogo. Le pillole di Sandro Vidali sono piaciute a tutti. Ambiente, storia, fauna e flora del territorio sono una cosa sola e le persone che lo vivono devono conoscere, l’informazione e la cultura sono a mio parere la base per una maggiore consapevolezza in fatto di tutela”.

L'attenzione si sposta ora sulla data nazionale Plastic Free Onlus, domenica 10 aprile, con una fitta griglia di appuntamenti anche in Polesine e, per il Delta del Po, con due eventi di pulizia uno a Porto Viro e uno a Porto Tolle, nella Spiaggia delle Conchiglie.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl