you reporter

L’EVENTO

Il Lions Club celebra il suo 53° compleanno

Serata ricca di suggestioni al “Contarina-Delta Po”. E’ entrato un giovane nuovo socio

Il Lions Club celebra il suo 53° compleanno

01/05/2022 - 09:49

Serata ricca di suggestioni al Lions Club “Contarina-Delta Po”: per il luogo in cui celebra il suo 53° compleanno, per l’ingresso di un giovane nuovo socio, per gli ospiti che ne hanno accolto l’invito e per il legittimo orgoglio di Rossano Doati, che sta portando a termine il secondo anno consecutivo di presidenza in anni di pandemia, realizzando alcuni importanti obiettivi e iniettando nuova linfa nello storico club deltino.

La 53ª Charter Night, ossia l’anniversario di fondazione del Club, è stata festeggiata quest’anno presso l’Istituto Alberghiero “G. Cipriani” di Adria, decisamente una delle eccellenze formative e didattiche del nostro territorio.

Ne è consapevole il Club Lions, che con l’Istituto Alberghiero ha sottoscritto una Convenzione triennale che prevede da una parte l’aiuto economico per sostenere la ricerca e la didattica del “Cipriani” e dall’altro la realizzazione di una ricetta tipica, un “Dolce da viaggio”, da realizzare con prodotti del territorio, con la creatività di insegnanti e studenti e con la sostenibilità nel confezionamento, che è imperativo categorico in un territorio come il Delta del Po.

La serata è stata ulteriormente arricchita, dall’ingresso di un nuovo socio nei ranghi del club. Si tratta di Fabio Berti, trentaduenne ingegnere di Porto Viro, direttore tecnico della “Freguglia Srl”, azienda di famiglia, e libero professionista.

È anche iscritto, con la carica di “Ingegnere Agibilitatore”, alla Federazione ordine ingegneri del Veneto. Non é da meno la sua esperienza di volontario attivo nel territorio, formatosi frequentando i centri parrocchiali di Donada e il Centro Salesiano “San Giusto” di Porto Viro.

Ma c’è una terza perla ad impreziosire la serata Lions. A descriverla, il dottor Marco Bottoni, presidente della Zona L nonché socio del Club Lions “Badia Adige Po”; presenti, tra gli altri, anche il presidente del club “Chioggia Sottomarina” avvocato Alessandro Scarpa e il presidente dei giovani Leo della medesima città lagunare, Stefano Penzo. “Sono felice e orgoglioso di annunciarvi - chiosa Bottoni - che i Clubs della Zona sono riusciti a realizzare quello che era il mio personale obiettivo-sogno, ossia l’acquisto di un Cane Guida Lions, allevato ed addestrato per essere assegnato a un non/ipo vedente che andremo tutti insieme ad individuare e che consegneremo a giugno, in un’apposita manifestazione cui saremo tutti invitati”.

Il presidente Doati può tracciare un bilancio decisamente positivo di questa sua faticosa, ma esaltante esperienza di guida di un Club che si inserisce a pieno titolo nel Lions International, la più grande associazione di servizio del mondo.

Certo, non nasconde qualche ruga e qualche affaticamento, il “Contarina Delta Po”, ma l’ingresso di nuova giovane linfa e la determinazione dei soci più collaudati narrano di un club in piena maturità, che continua a lasciare una traccia profonda nella promozione del proprio territorio e nel sempre vasto mare delle persone che versano in stato di bisogno.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl