Cerca

Porto Viro

La benedizione di Zaia per Valeria Mantovan

Il governatore veneto: “Sarà un bravissimo sindaco e ha una bella squadra”. Corazzari: “Insieme verso lo sviluppo”

La benedizione di Zaia per Valeria Mantovan

Piazza Matteotti piena, ieri pomeriggio, nonostante il sole cocente delle 15, per ascoltare le parole di Luca Zaia, arrivato in città per sostenere la corsa a sindaco di Valeria Mantovan e della sua lista civica, “Porto Viro riparte”. “Attenzione però - il richiamo di Luca Zaia - perché vedere una piazza così piena potrebbe avere un effetto boomerang: l’importante sarà portare tutti quanti al voto domenica prossima, 12 giugno. Perché la campagna elettorale non finisce oggi, finirà quando Valeria sarà nominata sindaco”. Un modo per tenere tutti sulla corda e spingere ogni candidato a fare di più, in questi otto, ultimi, decisivi, giorni di campagna elettorale.

Zaia, a ciascun candidato, ha voluto ricordare il proprio ruolo “a servizio della comunità e dei cittadini. Giancarlo Gentilini, sindaco di Treviso quando io muovevo i primi passi in politica, ancor’oggi gira per la città con in tasca il bloc notes, e ogni volta che un cittadini gli dice ‘ghe xe na busa’ lo tira fuori per prendere appunti e risolvere il problema: questo dovete fare anche voi, essere le ‘antenne’ del sindaco sul territorio e tra la gente”. Un richiamo alla responsabilità esteso anche ai cittadini, ai quali ha ricordato l’importanza del voto per cambiare, in meglio, le cose. Perché - ha sottolineato Zaia - “il nostro primo avversario non è la controparte politica ma la disaffezione della gente dal voto”.

Conseguente, ovviamente, l’invito a votare per Valeria Mantovan: “Basta sentire con che passione parla della sua città per capire che sarà un bravissimo sindaco. Valeria è in gamba e ha una bellissima squadra, con tanti giovani che si affacciano sulla scena amministrativa: una garanzia per il futuro della comunità”. Quindi sul fatto che Forza Italia, in realtà, appoggerà l’altra candidata sindaco: “Qui si sceglie la persona, non i partiti”, ha sottolineato”.

Valeria Mantovan, invece, ha messo l’accento sulla necessità, per la città, di ripartire, così come evoca il nome della lista. “Porto Viro ha bisogno di nuove energie e di scelte coraggiose per ripartire. Siamo una città che si è spenta per la chiusura dei tre cinema e delle sale da ballo. Chiusure di servizi che costringono le famiglie ad andare fuori città per avere un po’ di svago. La chiusura della piscina comunale è un altro danno per le comunità del territorio”.

“Siamo una lista di persone competenti - ha aggiunto la candidata sindaco - c’è chi ha esperienza amministrativa, chi si è affermato nel loro ambito professionale e per fare qualche esempio parliamo di cardiologi, farmacisti e medici, ma abbiamo anche le mamme, che riescono a capire i problemi reali delle famiglie perché vivono la realtà quotidiana della nostra città. Quando invece, chi governa si chiude dentro le stanze del municipio, non capisce più quali sono i problemi della città, vuol dire che la politica e l’amministrazione ha fallito”.

Prima di Zaia, dal palco, anche l’intervento dell’assessore regionale della Lega Cristiano Corazzari. “Questa piazza piena - ha rivendicato - è segno come sia alta la speranza data da questa lista alla città. Con Veleria porteremo avanti la stessa filosofia amministrativa: la filiera con la Regione sarà fondamentale per cogliere le opportunità di sviluppo. Il Pnrr in particolare sarà una grande sfida per incrementare infrastrutture e servizi e dare un futuro alle nostre famiglie, invertendo la dinamica dello spopolamento di questo splendido territorio”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy