you reporter

Condanna per corruzione <br/> per l'avvocato Michela Marangon

43034

02/07/2015 - 12:30

PORTO VIRO - Condanna a due anni di reclusione, con pena sospesa, per concorso in corruzione; assoluzione dall’accusa di concorso in spaccio.
E’ questa la decisione assunta, ieri, dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Padova nei confronti dell’avvocato di Porto Viro Michela Marangon, dopo il giudizio abbreviato.

La legale polesana era imputata, in concorso con altri, di corruzione nei confronti di una guardia carceraria del Due Palazzi di Padova, a mezzo di due vaglia postali inviati dall’avvocato Marangon (e sequestrati dalla polizia giudiziaria), uno alla moglie della stessa guardia carceraria ed uno alla convivente di un detenuto. Le somme, secondo l’ipotesi accusatoria, sarebbero state inviate soprattutto al fine di consentire lo spaccio di stupefacenti all'interno del carcere. Da qui, le imputazioni di corruzione continuata e concorso in spaccio di stupefacenti, aggravato per essere stato effettuato all'interno od in prossimità di carceri.

Si tratta della maxi indagine sulla corruzione nelle carceri, per la quale era stata tratta agli arresti domiciliari (poi annullati dal tribunale del riesame) la 51enne, implicata nella maxi inchiesta che ha coinvolto un po’ tutto lo Stivale e secondo la quale, dietro compensi, alcuni agenti della polizia penitenziaria avrebbero favorito carcerati.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl