you reporter

Una 60enne uscì dalla casa di riposo e morì: due condanne

La sentenza del tribunale

Allarme bomba tribunale Rovigo.JPG

Tribunale di Rovigo

15/11/2016 - 18:45

Dopo otto anni si è concluso il percorso giudiziario su Edda Donà, 60 anni, trovata morta in un canale dopo che si era allontanata dalla casa di riposo. Per i giudici, che hanno emesso due condanne, una morte che si poteva evitare.



I fatti sono del 2008, a giudizio si trovavano sei persone tra responsabili della casa di riposo, infermieri e operatore sociosanitario. In sostanza veniva contestata la mancanza di sistemi di sicurezza che avrebbero potuto evitare questa tragedia.



Ora la lettura della sentenza: il giudice Silvia Varotto ha condannato due dei responsabili della struttura, alla pena di sei mesi - il minimo - con immediata sospensione condizionale. Risarcimento da 520mila euro in tutto ai familiari della donna. Assolti tutti gli altri imputati. Da parte della difesa, affidata all'avvocato Michela Zucchelli di Bologna c'è l'intenzione di proporre appello per le due condanne, con la fiducia di arrivare a una sentenza di assoluzione in appello.




Servizio sulla Voce di Rovigo di mercoledì 16 novembre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl