you reporter

Il Comune paga ancora a caro prezzo per il ricovero dei cavalli

Porto Viro

88778

I cavalli di Porto Viro

02/08/2017 - 10:00

Ci sono Comuni che tagliano i “cavalli” di proprietà del Comune, acquistando auto di cilindrata minore per poter risparmiare sulle spese di gestione, e Comuni che invece hanno i propri cavalli da mantenere, trattandosi di equini acquistati con uno scopo sociale importante.



A Porto Viro, l’amministrazione comunale, dopo che era stato chiuso il contenzioso relativo
al mantenimento dei sette cavalli ricoverati nell’azienda agricola di Rossi Silvano di Ariano Polesine e visto che gli animali risultano in ottimo stato di salute, come da accordi, ha pagato lo stallo degli animali per il mese di giugno.



La storia dei cavalli era iniziata quando era stata siglata una convenzione, chiamata “Il carrettiere, antico mestiere del Polesine” che prevedeva il mantenimento dei cavalli della cooperativa che, a sua volta, li utilizzava nell’impiego di persone in condizioni di disagio sociale.



In un momento successivo, all’epoca dal sindaco Giacon, era scoppiato lo scontro con chi teneva a ricovero gli animali, culminato col trasferimento dei sette cavalli in un’azienda di Ariano Polesine, per il mantenimento dei quali il Comune paga mensilmente.



La determina firmata dal commissario prefettizio Carmine Fruncillo mise fine al contenzioso fra Comune e cooperativa spiegando che “in forza di tale accordo, è previsto il pagamento di una somma di 25.500 euro”. Somma che era definita “a saldo delle competenze previste convenzionalmente fino al 31 dicembre 2015 e fino ad aprile 2016 per il mantenimento dei sette cavalli”. La somma sarà pagata dal Comune in due tranche, la prima di 10mila euro.



Fu proprio il commissario prefettizio a trovare l’accordo e a mettere fine alla guerra con la cooperativa sociale Don Sandro Dordi iniziata dall’ex sindaco Thomas Giacon.



Il 15 luglio dello scorso anno, l’allora amministrazione del comune del Delta aveva “approvato l’autorizzazione al proseguimento del rapporto con la ditta Rossi Silvano in applicazione del nuovo importo mensile per l’accudimento dei cavalli in parola, fino a nuova disposizione di 800 euro più iva mensile”.



“Preso atto che i cavalli sono tutt’ora ricoverati nell’azienda agricola di Rossi Silvano ad Ariano Polesine e che risultano in ottimo stato di salute”, l’attuale amministrazione, con una determina, ha assunto l’impegno di spesa, nonché di liquidare e pagare la fattura per le spese di mantenimento dei cavalli di proprietà del Comune”.



Il servizio sulla Voce del 2 agosto

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl