you reporter

Ben 40 evasori del fisco<br/>scoperti dalla finanza in Polesine

36511
ROVIGO - Per il fisco non esistevano. In realtà facevano profitti attraverso la gestione di attività economiche, come supermercati e negozi di materiale elettrico, o si occupavano di commerciare autovetture. Sono ben 40 gli evasori totali in Polesine, scoperti dalla guardia di finanza nella sua attività di accertamento in provincia di Rovigo nel corso del 2014. I maggiori risultati in materia di contrasto all’economia sommersa hanno riguardato attività economiche che si trovano principalmente nei comuni di Occhiobello, Porto Viro e Rovigo.
Numeri di rilievo riguardano le frodi fiscali. Infatti, per questo sono stati denunciate all’autorità giudiziaria 108 persone, per un totale di 63 violazioni penali.
Nel complesso, nel corso del 2014, le fiamme gialle hanno eseguito 220 controlli fiscali. Sono stati 2.495 i controlli di scontrino e ricevute fiscali, con una percentuale di irregolarità dell’8,6% sul totale degli interventi effettuati. Altro aspetto rilevante è l’attività di contrasto al lavoro nero: infatti, sono stati scoperti 93 lavoratori che non sono stati registrati dal datore di lavoro oppure irregolari.
Sono stati 33 gli interventi, con la denuncia all’autorità giudiziaria di 21 persone, nella lotta alla contraffazione. Infatti, i sequestri hanno riguardato ben 474.539 prodotti (nei settori di moda, materiali elettrici, giocattoli e beni di consumo) per violazioni attinenti contraffazione, tutela del “Made in Italy” e sicurezza dei prodotti. Per un giro di affari di più di sei milioni e ottocentomila euro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl