you reporter

Altra ondata di profughi <br/> ed è ancora polemica

36711
ROVIGO - Arriveranno presto. Nemmeno il Polesine sarà esente dalla nuova ondata di profughi destinati alle province del Veneto dopo gli sbarchi dei giorni scorsi sulle coste italiane. Nuovi arrivi che gettano fuoco sulla polemica politica, con il candidato sindaco del Carroccio a Rovigo, Massimo Bergamin, che arriva a promettere “di occupare tutte le strutture destinate all’accoglienza”.

E così tutte le prefetture venete si stano preparando ad accogliere decine, anzi centinaia, di richiedenti asilo. A Rovigo, perora, ne arriveranno tre. Una quota davvero minima se paragonata a quelle destinate ad altri territori del Veneto.

A cavalcare la protesta è la Lega Nord. Il numero uno nazionale del partito, Matteo Salvini, ha già chiarito la linea del Carroccio. Una linea alla quale si adeguano le articolazioni territoriali del partito.

Immigrazione, altri arrivi in Polesine. Bergamin: “Basta profughi! Non possiamo continuare ad accogliere persone senza garantire loro una vita dignitosa”. A Rovigo a far sentire la voce di protesta contro i nuovi sbarchi è il candidato sindaco leghista Massimo Bergamin: “Con gli ultimi arrivi sale a più di 200 il numero di profughi assegnati a strutture tra Adige e Po in meno di un anno. Questi sono costati alle casse della collettività oltre un milione e ottocentomila euro”.

La polemica è anche politica: “Il Pd - punta il dito Massimo Bergamin - anche per voce del deputato Diego Crivellari, chiede di aumentare le risorse per le prefetture e gli enti che devono ospitare questi presunti profughi. Con un ulteriore spreco di soldi pubblici. La Lega invece propone di spendere la metà di quei famosi 40 euro per aiutarli nei loro paesi d’origine; e la rimanenza destinarla a sostegno degli italiani in difficoltà”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl