you reporter

A primavera fioriscono i gazebo <br/> candidati al mercato delle firme

37572

22/04/2015 - 10:23

di Marco Randolo

ROVIGO - Più che un mercato, un gran bazar. Delle firme. Giornata campale, ieri, per gli aspiranti sindaci e consiglieri comunali in vista delle prossime elezioni.

Le piazze e le strade della città, nel giorno del mercato settimanale, si sono riempite di “bancarelle” quantomeno insolite: dove, anzichè offrire questo o quel prodotto, si chiedeva qualcosa. Una firma, per la precisione. In calce alla lista, ovviamente. Per potersi presentare all’imminente competizione elettorale.

E così sotto il sole di primavera sono fioriti gazebo e candidati. Anche gomito a gomito l’uno con l’altro, seppur di diversi schieramenti. Emblematico, in questo senso, il quadretto offerto dall’angolo di palazzo Roverella, in via Laurenti: in pochissimi metri quadrati ecco l’estrema sinistra per Livio Ferrari, la civica Viva Rovigo per corre per Nadia Romeo e Indipendenza Veneta in corsa per le regionali.

Ma non erano gli unici: dall’altra parte del Corso, in via Trento, c’era Paolo Avezzù, a caccia di firme per le sue tre liste. E ancora, in piazza Garibaldi c’erano i socialisti, tra le due piazze la Lega Nord, per Zaia ma anche per Bergamin, sul Corso Sel. Insomma, c’erano proprio tutti, o quasi. Uniti dalla ricerca della firma mancante.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl