you reporter

L'archivio di stato<br/>come non si è mai visto

archivio[1].JPG

il direttore dell'archivio Luigi Contegiacomo

Ancora una volta l’Archivio di Stato di Rovigo, nell’ambito di un progetto nazionale che mira a valorizzare i siti e le sedi monumentali degli Istituti dipendenti dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, propone un’apertura straordinaria il 1° maggio, per offrire alla cittadinanza la possibilità di avvicinarsi ad un luogo della memoria straordinario qual è un Archivio in modo non convenzionale né tanto meno consueto.
Dalle 8.30 alle 18.30, ininterrottamente potranno essere visitati anche quegli angoli dell’edificio, fino agli anni Sessanta del ‘900 sede del settecentesco Seminario Vescovile di Rovigo, sconosciuti o rimasti indelebili solo nella memoria dei tanti che quei luoghi frequentarono da seminaristi o da docenti: l’antica Biblioteca lignea, che oggi ospita i preziosi catasti storici, il Teatro, oggi sede espositiva e sala polivalente a disposizione di associazioni e cittadini, la vecchia direzione del Seminario, i lunghi corridoi dai pavimenti in marmo rosso di Verona “intarsiati” quasi ad arte di grandi fossili.
Con l’occasione sarà possibile avvicinarsi al mattino dalle 10 alle 11 alle raccolte catastali (dalle mappe napoleoniche del 1809-1815 a quelle austriache e austro-italiane (1842-1927) e apprendere dai funzionari dell’Istituto come svolgere una ricerca storico-catastale.
Sarà inoltre possibile visitare le raccolte pittoriche dell'Istituto come lo splendido ciclo di sei grandi quadri del pittore e patriota veneto Vincenzo Giacomelli, dedicato alla rivoluzione del 1848-49 a Venezia e che sarà illustrato dal direttore Luigi Contegiacomo alle 16 e alle 17. Seguirà nella Sala Sichirollo una conversazione con Federico Saccardin, già presidente della Provincia di Rovigo, che avrà per tema “Lo sviluppo della città di Rovigo dall’annessione del Veneto all’avvento del fascismo”.
Durante tutta la giornata sarà offerta la possibilità di scorrere in anteprima assoluta la straordinaria documentazione originale, proveniente soprattutto dall’archivio storico della camera di Commercio di Rovigo, utilizzata per la grande mostra “in costruzione” dedicata alla storia delle Esposizioni Universali e della partecipazione veneta alle grandi kermesse mondiali ed europee: uno sfavillio di manifesti, topografie, cartoline pubblicitarie, riviste e pubblicazioni che rendono la mostra, la cui versione itinerante e integrale sarà inaugurata venerdì 8 maggio alle 18 nel Salone del Grano della Camera di commercio di Rovigo, un unicum eccezionale nel nostro paese e un originale omaggio alla grande Expo Milano 2015.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl