you reporter

Un primo maggio tra musica e picnic <br/> da Rovigo a Crespino e Taglio di Po

ROVIGO - I nuvoloni minacciosi non hanno rovinato il primo maggio. E i (tanti) coraggiosi che hanno sfidato il tempo incerto per riversarsi in piazze, golene e aree verdi per passare il giorno di festa all’aperto, tra buon cibo e tanta musica, sono stati ricompensati.

Bilancio più che positivo per la festa dei lavoratori in Polesine. Fulcro delle manifestazioni, il concerto organizzato in piazza Matteotti, all’ombra delle due torri rodigine, da Cgil, Cisl e Uil.

Un appuntamento che ha attirato molta gente. Ad alternarsi sul palco Marco Ragni, 7 years of bad luck, Fuck you guitars, Psycodelictrip, Mogsy e Stefano Pastore. Alle 19, quindi, gli interventi dei rappresentanti dei sindacati, che hanno puntato l’attenzione sul delicato tema della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Ma non c’è solo il capoluogo. I sindacati, quest’anno, hanno pensato anche al Delta, con un evento andato in scena a Taglio di Po e che ha visto la band dei Marmaja punta di diamante del pomeriggio in musica.

Rock, come ormai da tradizione, anche a Crespino, per il consueto appuntamento - appunto - con “Rock in golena”, giunto quest’anno alla decima edizione. Molti gli affezionati che fin da metà pomeriggio sono confluiti nella golena del Po per godersi lo spettacolo. Sul palco, Anadreba Anadreba quindi il ritmo scatenato dei The Twisters con Alice Violato alla voce. Poi spazio ai polesani Motel Siffredi e alla band rodigina Ultima Fase. A concludere la giornata, quasi a sera, gli Strike.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl