you reporter

Dottor Clown, missione Africa<br/>due volontarie in Tanzania

DrClown[1].JPG

13/05/2015 - 12:30

Un naso rosso per provare a sconfiggere la povertà e dare concreti sbocchi occupazionali a ragazzi svantaggiati solo perché nati in Paesi difficili e ancora in via di sviluppo. Sono gli obiettivi della missione che ha portato due volontarie di Dottor Clown Rovigo, Roberta Benedetto (dottoressa Dadaumpa) e Maria Patrizia Garbo (Jambo Jambo), a Dar Es Salaam, sulla costa della Tanzania, in una full immersion di 10 giorni, dal 24 aprile al 3 maggio, insieme ad altri 11 colleghi del l’associazione di Vicenza.
“Un’esperienza in tensa e emozionante - hanno detto al rientro - che ha con fermato ancora una volta la magia e la potenza di regalare un sorriso, un atto gratuito capace di innescare una ‘rivoluzione’ pacifica e costruttiva”.
Sono ventuno i ragazzi, provenienti da Dar Es Salaam e da Nairobi in Kenya, tutti con situazioni molto difficili che hanno partecipato alla formazione professionalizzante per diventare Dottor Clown, grazie alla quale oggi prestano servizio tre giorni alla settimana in due ospedali locali e percepiscono anche uno stipendio. I volontari dell’associazione hanno tenuto lezioni e workshop di giocoleria e giocoleria acrobatica, manipolazione e micromagia, trucco, improvvisazione teatrale, circo sociale.
Le dottoresse Dadaumpa e Jambo Jambo, sono state impegnate nelle attività, a stretto contatto con i “colleghi” tanzaniani, con i quali hanno condiviso fatica ed emozioni. Come quelle vissute nell’attività nel reparto di Oncologia pediatrica del Muhimbili National Hospital, alla Tumaini la Maisha, Casa di accoglienza per bambini malati di cancro, e tra i piccoli pazienti del Comprehensive community based rehabilitation in Tanzania.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl