you reporter

Massimo Bergamin promette battaglia <br/> sulla questione acqua e rifiuti

40345
ROVIGO - “Sono pronto ad occupare il palazzo della Provincia”, la dichiarazione di guerra del candidato primo cittadino di Lega e Forza Italia Massimo Bergamin. La resistenza di Bergamin si combatte su Adige e Po. Obiettivo, fermare quella che definisce senza mezzi termini una “colonizzazione”.

All’ordine del giorno dell’assemblea dei soci di Polacque, infatti, c’è il piano di fusione con Cvs, l’azienda idrica della bassa padovana. “A tre giorni dal voto, qualcuno si permette di prendere decisioni senza il comune capoluogo, azionista di maggioranza relativa. Ma chi ha dato mandato per fare una cosa del genere? Questa scelta condizionerà il futuro amministrativo ed economico del nostro comune e di tutto il territorio. E’ un affronto al popolo, un colpo di mano bello e buono”, urla Bergamin.

Un discorso che l’alfiere leghista estende anche ai rifiuti. “Noi diciamo no ad una nuova Hera”, punge. Hera con l’acca davanti, come il colosso emiliano, che guarda con interesse ai servizi in Polesine.

Intanto il Carroccio si prepara al gran finale della campagna elettorale. Domani sera alle 20 appuntamento con Luca Zaia in piazza Vittorio. Venerdì, alle 16, invece, gran finale con il ritorno (il terzo!) di Matteo Salvini.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl